parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)


2 commenti

Vacanze di Natale in NSW – Parte 1

È da più di una settimana che siamo in vacanza e non mi sembra vero! La scuola è finita mercoledì 19 dicembre. Io ho fatto in modo di finire più o meno lo stesso giorno in modo da poter stare con le bimbe giovedì e venerdì.

La baia di Sydney, sempre splendida

Giovedì abbiamo fatto una bella gita al Taronga Zoo con la mia amica F e sua figlia A, nuova super amica di 3G. Venerdì invece giornata speciale con la mia super “Zia di Yoga” A, che è a Sydney per trovare suo figlio e così ci siamo incontrate. Super karramba!!

Cibo per Babbo Natale e le sue renne

I nonni sono arrivati sabato mattina, fritti ma felici e li abbiamo subito portati alla scoperta dei nostri posti preferiti a Sydney, prima Manly e poi domenica un bel giro col ferry all’Opera House, the Rocks e Barangaroo.

l\’Inner Light Tea Room

La zona di Nelson Bay

Lunedi abbiamo stipato la macchina a più non posso e via verso la nostra prima tappa: Nelson Bay. Una piacevole località di mare a sole 2,5 ore di auto da Sydney. Una distanza da sogno per noi abituati alla media del WA.
La zona è costellata di baie ed insenature, promontori e belvedere. La sabbia è bianca e, a seconda del lato prescelto, l’acqua è tranquilla o perfetta per fare surf.

La splendida Fingal Bay

Le nostre spiagge preferite sono state Fingal Bay e One Mile Beach 😍.

Abbiamo invece incontrato qualche “difficoltà” sulla spiaggia di Worimi, dove al secondo giorno ci siamo impantanati nella sabbia ma soprattutto la macchina ha smesso di funzionare! Noi donne ci siamo fatte dare un passaggio sulla strada asfaltata al distributore di benzina, dove c’era anche un Mc Donald’s e la bimbe hanno dichiarato di aver passato una giornata “super exciting”. G e mio padre ci hanno messo 8 ore ad arrivare a casa tra l’attesa della macchina di soccorso che li tirasse fuori dalla sabbia (ce ne sono volute 2!) e del carroattrezzi per andare dal meccanico.

Il fuoristrada sulla spiaggia che ci ha fregato 😩

La macchina al momento è ancora dal meccanico, in attesa di capire cosa sia successo. Nel frattempo noi abbiamo noleggiato una macchina per poter rientrare a Sydney per il capodanno e continuare tra qualche giorno la nostra vacanza a sud, diretti a Jervis Bay.

La vista dal Tomaree Head Lookhout

Diciamo che questo 2018 non è stato proprio un anno facile facile, ma non ci perdiamo (troppo) d’animo e siamo pronti per il 2019 😉🤞💪

Note pratiche di viaggio:

Alloggio: noi abbiamo affittato una casa a Little Beach con Airbnb. La casa si chiama proprio Little Beach House, ha 3 camere da letto, è molto carina ed è fornita di tutto, tra maschere e pinne per fare snorkeling, libri per tutte le età, utensili per cucinare etc etc

Ristoranti: ci sono piaciuti molto il Saltwater Restaurant a Fingal Bay, proprio sopra il Surf Life Saving ed il Little Beach Boathouse a Little Beach dove abbiamo fatto un aperitivo mangereccio al bar perché il ristorante era sempre tutto prenotato

Cafe: il nostro preferito è l’Inner Light Tea Room, con una vista da favola, buon caffè ed ottimi scones

Gelato: niente male la gelateria di D’albora Marinas a Nelson Bay, con un tentativo di stracciatella chiamato “Stairway to heaven”

Annunci


5 commenti

5 anni piccola mia

Finalmente è arrivato il gran giorno, erano settimane che non stavi più nella pelle… Ed ora finalmente puoi urlare a squarciagola “Sono 5!!!”.

La tua super torta!

Io mi ero “accorta” che eri diventata 5 dai vestiti, come al solito 😂. Ed il fatto che ora indossi i vestiti che usava tua sorella appena arrivati a Perth mi fa un certo effetto 😍.
Tu sei il nostro “esperimento”, la nostra piccina di 1 anno e mezzo che abbiamo portato a vivere in Australia ed infatti sei la più australiana di tutti noi. Ti piace perfino il vegemite. Perché o mangi il vegemite o non sopravvivi al child care australiano 😂😂.

Il parco giochi di Heathcove ad Applecross dove abbiamo festeggiato il compleanno

E vederti andare sicura a scuola, parlare egregiamente in 2 lingue ed iniziare pure a scrivere, fare la monkey bar come una scimmia e correre felice sulla spiaggia, mi dice che l’esperimento sta dando i suoi buoni frutti.

Il mio “waste free” party, senza piatti, bicchieri e posate usa e getta 💪

Tu la mia coccolona, testarda come un mulo e determinata come non mai, con i tuoi capelli lunghi biondi e boccoloni che ho rinunciato a gestire…. Ci penserà qualche nonna 😋.

La vista spettacolare dal parco giochi

Tu, il mio orgoglio di mamma che stai imparando a fare squadra con tua sorella che è stupendamente in gamba e responsabile e finalmente lo stai capendo pure tu!
Tanti auguri piccola mia, per questi meritati 5 intensissimi anni, per tutti i tuoi sorrisi di giorno ma anche per le tue chiamate di notte che, nonostante i 5 anni, continuano 😱.
Ti voglio bene,
La Tua Mamma!


3 commenti

Grazie Milano!

Grazie Milano!

Per averci regalato 10 giorni splendidi, nonostante tutto.

Il Duomo è sempre bellissimo 😍

Nonostante le attese ed i vari controlli medici, lo spavento per improvvisi dolori lancinanti al braccio di G, vederlo andare sulla barella in sala operatoria, pensare positivo ed iniziare ad agitarsi dopo che le ore passavano, anche se il chirurgo te l’aveva detto di stare tranquilla. E poi vederlo apparire bianco come un cencio ma tutto intero, gestire tutte le mille modifiche di aerei, lavori, assicurazioni… E poi tornare pian piano alla normalità e godersi Milano da turisti tra shopping, buon cibo, parenti ed amici.

Puddle anche sui navigli 😎

Milano era l’ultimo posto in cui ci saremmo voluti fermare, il posto da cui fuggiamo ogni volta a gambe levate, forse perché sappiamo che sarebbe l’unico posto in Italia in cui torneremmo ad abitare, dove abbiamo uno splendido appartamento, gran parte delle nostre famiglie e dove in fondo abbiamo sempre vissuto benissimo.

Milano coi suoi cortili nascosti

Ma tant’è che questa volta ci siamo dovuti fermare per forza e dopo i primi giorni di spaesamento ci siamo trovati davvero bene. Sono stati 10 giorni di cielo blu, così blu che ogni mattina si vedono le Alpi…. Ma dove hanno messo la nebbia e la pioggerellina milanese?!!!?

San Maurizio dopo uno splendido restauro

Sono ormai 8 anni che non abitiamo a Milano ed è stato bello vederla in forma, con meno traffico, più pulita, con nuove linee della metropolitana e servizi per i bambini. Io sono dovuta tornare alla guida, anche della mia macchina dei 18 anni e ripercorrere la “circonvalla” mi ha fatto un certo effetto!!! Ho anche incontrato per caso la mia migliore amica dei tempi del liceo…

I nuovi grattacieli di Milano

Ho portato le bimbe a pattinare in piazza Gae Aulenti che come architettura mi piace molto, peccato però per il Parco di Gioia, come cantano Elio e Le Storie Tese. Ma lo sapete che 2G è nata praticamente in contemporanea e nello stesso ospedale dei figli di Elio, che ha chiamato Ulisse e Dante!!! Insomma, Milano ci scorre nel sangue, volenti o nolenti 😉

Nonostante tutto siamo pronti per tornare a casa a Perth, a rituffarci nella nostra assurda quotidianità fatta di Oceano ma anche di fatica, isolamento, lingua diversa, trasferte di G ed un nuovo lavoro per me, che spero mi piaccia e che io sia in grado di gestire. Partiamo con una nonna che sarà di grande aiuto per la gestione famigliare del primo mese e poi si vedrà che tipo di aiuto cercheremo.

Come sempre c’è un po’ di fifa ad ogni nuova partenza, perché è come emigrare per l’ennesima volta, con quel dolore nel cuore per lasciare il nostro paese ma soprattutto per allontanare i nonni dalle bimbe. Loro poi andranno alla grande, una volta ripresa la scuola. Noi probabilmente arrancheremo per un po’ e poi troveremo un equilibrio, fino alla prossima avventura.

La mano buona viene usata per ottimi fini 😂😂

Intanto sapere che Milano è in forma è una bella sicurezza.

Grazie Milano alla prossima 😋


6 commenti

Le Vacanze Italiane 

Le Vacanze Italiane sanno essere “tricky” ovvero sulla carta  sembrano essere facili, ma in realtà a volte ci giocano dei trabocchetti, da cui l’aggettivo “tricky”!

I “miei” monti

Sono “tricky” perché ci sono una marea di variabili in atto: emotive, di stanchezza, di coordinamento di visite e saluti di parenti ed amici, di gestione intra familiare, delle figlie che nel frattempo sono cresciute ma lontane dall’Italia e così anche loro sono un po’ stordite. Ma principalmente sono “tricky” per me, perché anche io sono cresciuta e cambiata rispetto alla me che stata in vacanza al mare in Italia 18 mesi fa e ben 24 mesi fa in montagna!!!

Aspettando Babbo Natale

Ora che siamo già a metà delle nostre 4 settimane di vacanza, mi pare di aver raggiunto un buon equilibrio e di sentirmi finalmente in vacanza! Anche prima lo ero, ma ero talmente travolta dagli eventi che procedevo più che altro per inerzia! 😂😂

La più forte da osservare in queste vacanze è ovviamente 3G, che non si ricorda molto del nostro viaggio di due Natali fa qui in montagna in Italia e pare davvero una piccola australiana che vede per la prima volta la neve 😍

La prima volta di 3G sugli sci 🎿

Già lungo la strada verso la montagna abbiamo incominciato a vedere la neve e 3G l’ha subito toccata col sedere facendo un grande scivolone fuori dal ristorante a pranzo. E si è subito incaxxata!

Quando eravamo a Genova era rimasta allibita alla vista del termosifone, oggetto sconosciuto a Perth. In montagna la magia del riscaldamento a pavimento l’ha stregata ancora di più e devo dire che insieme alle piastrelle del bagno ed ai doppi vetri, ho avuto anche io dei momenti di commozione! 😂

Sole, neve e sci: il massimo!

2G pare invece super serena ed ha un unico interesse: stare coi nonni! Che sia sul divano a vedere le gare di sci o sulle piste a sciare per davvero, lei vuole una sola cosa: i nonni!

Io ho attraversato varie fasi in soli 15gg 🤔

Appena atterrata ero entusiasta, per il fatto di essere atterrata, abbracciare i miei genitori, gustare cappuccio e brioche tutti insieme ed andare subito a Genova dalla mia grande amica e supporter C. 

Il legno di montagna: quanto mi manca laggiù 🙃

Poi il jet lag mi ha travolto, il mio cervello ha chiuso la “claire” sulla mia vita a Perth ed io mi sono sentita risucchiata a 3 anni fa, quando ancora vivevo a genova. È stato stranissimo, anche la mia parrucchiera di fiducia mi ha fatto il “solito” taglio, così mi guardavo allo specchio e non mi rivedevo più. Ricevere le chat dalle mie amiche di Perth era quasi una sorpresa. Non lo so, è stato proprio strano. Forse il sapere di avere 4 settimane di vacanze ha messo in stand by il mio cervello! Chissà. Però che bello riabbracciare gli amici di Genova 😍. 

Una piadina degna di questo nome!

Pensavo che il trasferimento in montagna a sciare mi avrebbe fatto entrare in modalità vacanza ed invece tra l’influenza intestinale ed il cambio di nonni, sono andata avanti per inerzia altri 5gg. Apprezzando lo sci ed il buon cibo, ma non quanto avrei voluto. 

Il Bombardino è sempre una certezza 😋

Da un paio di giorni sto finalmente bene! Il mio cervello ha riaperto la claire sul mondo di Perth, so bene quali sono le sfide ed i miei obiettivi per questo 2018 e mi sto finalmente godendo appieno le 2 settimane di vacanze italiane… che già mi sembrano poche 😂. 

Buffa la mia testa, vero?!!? 

E voi come vivete le vacanze in terra italica? 

Pronti per un bel brindisi?!!?

Intanto un super augurio per uno sfavillante 2018 🎆🎇🎉


5 commenti

Passin passetto… 

Passin passetto la vita quaggiù procede 😁

La grossa mazzata della partenza di Suor Germana è stata attutita dalla presenza di mio fratello che in queste 3 settimane è stato di grandissimo aiuto sia a livello emotivo che a livello pratico… 

Il nostro terrazzo ha finalmente un divano in pallett come avevo tanto desiderato 

E il nostro water ha una doccetta per fare il bidet. Ammetto che appena installata ho pensato che forse non fosse così necessaria…poi ho fatto il bidet senza dover entrare in doccia e mi sono illuminata!!! Piccole gioie per italiani all’estero 😂😂

L’altra mazzata logistica è stata la partenza della mitica tata svedese A, colei che mi risolveva OGNI problema e sapeva pure cucire. Per fortuna la nostra au pair E. è tornata a Perth per qualche mese. Ora vive da sola ma mi aiuta un giorno a settimana ed è un buon inizio. Per il resto la ricerca della tata è sempre difficile, per il fatto che le ragazze sono super impegnate e cambiano disponibilità ogni settimana, ma soprattutto non hanno idea di cosa faranno della loro vita il mese successivo!!! 

La mia amicizia con M, la mamma della migliore amica di 2G, sta diventando sempre più importante, sia perché ci aiutiamo alla grande con pick up e drop off da scuola in alternativa al delirio tate, sia perché ha il grande pregio di smorzare le mie agitazioni da “milanese” grazie al suo punto di vista rilassato alla “WA style“. 

3G è cresciuta tantissimo ed è ormai una bambina indipendente, che ama giocare con sua sorella ed anche da sola. Il suo carattere da Ariete rimane, ma sono veramente fiera sia di lei che di 2G.

Il mio lavoro ingrana… Stavo scrivendo oggi alle 2 pm… Ed ora devo rettificare, perché alle 4 pm ho ricevuto una mail di conferma dopo il colloquio fatto martedì 😉 

Provo ad andare con ordine, per mettere ordine anche nel mio cervello confuso! 

Il lavoro come insegnante procede bene, nel senso che mi piace anche se a volte mi mette a dura prova perché io e i miei studenti veniamo non solo da continenti diversi ma anche da galassie differenti! Cmque sempre grazie a M sto imparando a capire come ragionano e come portarli dove voglio io 😳

Il lavoro Casual in WA si continua a rivelare un tipo di lavoro assai Casuale più che a Progetto! Per esempio qualche settimana fa sembrava che la mia avventura come insegnante si sarebbe conclusa con questo corso, mentre ieri ho scoperto dagli studenti che il prossimo trimestre avrò ben due corsi. Pianificare è quindi impossibile, fare yoga è la mia unica salvezza 😇

Le mie attività di volontariato stanno dando buoni risultati ed infatti sono appena stata nominata responsabile del “Built Environment Portfolio” per le mie “mini” Nazioni Unite del WA e sto organizzando il primo seminario sul tema. 

Anche il blog “ThinkAboutSustainability” si sta rivelando un buon biglietto da visita per conoscere persone nuove ed interessate al tema sostenibilità ambientale, nonché una buona palestra per le mie writing skills. 

Dietro consiglio di una collega delle Nazioni Unite, ho ricominciato a rispondere agli annunci di lavoro per posizioni legate alla sostenibilità ambientale, anche se non ho tutte le qualifiche richieste. Uno di questi cv è andato a buon fine e così da metà agosto, dopo aver fatto un bel po’ di scartoffie incluso un drug test, dovrei iniziare un altro lavoro casual per 2 giorni a settimana, che ben si incastra col lavoro di insegnante…nella speranza che un altro cv per un super lavoro a tempo pieno con un contratto di 3 anni vada a buon fine… 

Let’s keep fingers crossed e avanti tutta 🤞🤞🤞

Ps: mio fratello è appena partito, ed io elaboro l’ennesimo saluto panificando!!! 

Pps: ieri ho iniziato a scrivere questo post col titolo “passin passetto”. Poi la mia amica C nonché per pura casualità vicina di casa a Perth per 6 mesi, in commento alla mia notizia del nuovo lavoro mi ha scritto: “passin passetto…la asfalti Perth“!!! 

E mi ha fatto morire anche per la coincidenza. Cara C, noi vi aspettiamo quaggiù 🤣


Lascia un commento

Il nostro primo Natale (di famiglia) Downunder

Questo Natale abbiamo deciso di rimanere in Western Australia ed i miei genitori ci hanno fatto un grandissimo regalo: sono venuti a trovarci! 

Complice il clima estivo (lo scorso anno erano venuti a trovarci in agosto, il mese peggiore come clima), li abbiamo portati alla scoperta del sud del Western Australia, nei luoghi che ci fecero innamorare di questo stato 10 anni fa durante il nostro viaggio di nozze. 

Prima tappa: una settimana a Denmark e dintorni, tra foreste di karri, spiagge bianche incontaminate e piacevoli winery. 

Welcome to the Great Southern!

Non male come Natale al caldo 😉