parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)


6 commenti

Vita di Quartiere! 

Non avrei mai pensato che la “vita di quartiere” mi potesse piacere!

Io che sono sempre stata una milanese super di corsa ed abbastanza scontrosa, principalmente per difendermi dagli sguardi “trapananti” e giudicatori di certe “stronze” milanesi fin dai tempi della scuola, ho dovuto riscoprire questo mio lato “sociale”.

In realtà già dall’esperienza di Genova mi sono riscoperta un animale sociale e oggettivamente gli sguardi “stronzi ed inquisitori” che anche a Genova ci sono, mi facevano un baffo rispetto a quelli della mia scuola chic di Milano. O molto più semplicemente sono io che sono cresciuta, sono molto più sicura di me e se anche sono vestita male e qualcuno mi squadra, me ne frego alla grande! 

Qui a Perth viviamo in un quartiere abbastanza chic, ma c’è un buon mix di fauna locale e quindi in mezzo a tante mamme aggressive, ce ne sono tante altre alla mano con cui è possibile fare delle piacevoli chiacchiere e stringere delle belle amicizie. 

C’è un buon senso di “community”, parola che fino a qualche anno fa mi avrebbe fatto inorridire, ma vissuto come lo vivo io, cioè come una rete di supporto di famiglie che gravitano intorno alla scuola e mi danno supporto in caso di necessità, mi dona molta serenità!

Questo terzo anno a Perth si è rivelato un anno molto produttivo di maggiore inserimento nella realtà locale. Perché ci vuole tempo per farsi apprezzare ed accettare, perché i tuoi figli vengano invitati nelle case per dei playdate dopo la scuola e qualcuno ti inviti anche per un bbq durante il weekend.

Io cerco di essere me stessa, di fare le mie cose in modo genuino e di conoscere persone che a pelle mi stanno simpatiche. Non ho l’obiettivo di diventare la “mamma reginetta” della scuola, ma di stare bene e di conoscere persone interessanti. Ma ci vuole dedizione, costanza e tanta pazienza, perché sei tu quello nuovo che per quanto ne sanno “loro” potrebbe anche arrivare da Marte 😂

Esercizi di italiano per una streghetta ormai quasi in terza elementare

E così passin passetto gli inviti stanno aumentando anche grazie al fatto che ogni anno le bimbe cambiano compagni di classe e così si ha modo di conoscere meglio altri bimbi e famiglie. E le persone piacevoli conosciute gli anni passati rimangono comunque nella cerchia delle frequentazioni. Poi ci sono anche le varie attività sportive al pomeriggio e durante il weekend che ampliano ancora di più le amicizie.

Martedi per esempio abbiamo fatto la passeggiata per Halloween del Trick or Treat per le case del quartiere ed è stato divertente per tutti! 

E per una piccolina che a Febbraio inizierà Pre-primary

Pensate che ho anche partecipato alla prima riunione del temutissimo P&C, ovvero la riunione tra la preside della scuola ed i suoi stretti collaboratori, con un gruppo di presentissimi genitori che tengono d’occhio la scuola e coordinano una marea di attività extrascolastiche.

Sono stata invitata all’ultimo da un papà della scuola che avevo inserito nel mio mirino dei contatti per votare a favore di un progetto per introdurre la Sostenibilità Ambientale a scuola. Potevo tirarmi indietro? Ovviamente no! 2 ore e passa di riunione in cui ho ascoltato tutti caxxi della scuola, scoperto cose che non sapevo… Poi finalmente ho votato e speravo di squagliarmela di nascosto… Quando invece sono stata ufficialmente presentata come Architetto che si occupa di Sostenibilità! Ho farfugliato qualcosa di mediamente sensato e da gennaio dovrei far parte fel comitato dei genitori per la sostenibilità ambientale, yay!!! 🎆

Ecco perché sono così restia a cambiare quartiere nel caso comprassimo casa, perché non ho voglia di ricominciare tutto da capo! Non sarebbe ricominciare da zero perché in questi 3 anni ho maturato un bel po’ di esperienza nell’abbordaggio mamme a scuola (ed offrire il caffè funziona in tutto il mondo 😁), ma dovrei comunque investire di nuovo tanto tempo ed energie.

Al momento riesco a farlo perché ho un lavoro part time e me ne rendo conto solo ora che diamine, ce l’ho fatta, ho un lavoro part time col quale almeno mi ripago la tata del mattino e posso stare con le bimbe al pomeriggio… ma tutto potrebbe cambiare in un attimo come Perth è maestra nel fare 🙃🙃 

Ho anche iniziato i miei turni come Waste Educator Officer e a fine novembre farò un corso di specializzazione per docenti per poter insegnare anche al TAFE. Insomma, una cosa tira l’altra! 

MA sempre più produttiva in cucina perché… mannaggia se queste bimbe mangiano!!! Non oso immaginare chi ha 2 figli maschi 😂

Cosi mi cerco di godere al massimo ogni momento di questo mese di Novembre: questa mattina siamo andate a scuola a piedi, la prima volta di 2G in bici su per la grande salita. 3G è al parco con la tata ed un’amichetta del kindy, ma le ho promesso che poi mangiamo insieme sul terrazzo. Weekend scorso ho fatto pure “Stranamore” per una coppia divisa tra Italia e Perth. 

Ho anche iniziato ad organizzare la partenza per le vacanze di Natale in Italia, che chissà cosa ci riserverà a livello emotivo. Spero invece nessuna sorpresa a livello aeronautico!!

E dedico le mie energie positive alle amiche nel mondo che stanno affrontando sfide molto più difficili delle mie 💪💪😉😘😘

Annunci


7 commenti

L’Arte di “Ammorbidirsi” 

Una delle scoperte più importanti di questa avventura australiana è stata capire l’importanza dell’arte dell’ammorbidirsi e del scendere a compromessi, insieme all’imparare a chiedere aiuto alle persone vicine e lontane.

Sabato ho partecipato ad un Repair Lab dove ho sistemato il mio amato zainetto

Si tratta di una grande scoperta per me che di indole appartengo alla tipologia “mi spezzo ma non mi piego”… E qui la vita a testa in giù ti spezza in un attimo! Così lontani da casa, così tutto diverso anche se all’apparenza tutto sembra molto simile al nostro modo di vivere italiano. Forse è questa apparente somiglianza che ti frega! 

Ovviamente averne capito l’importanza non vuol dire metterla in pratica costantemente, tutt’altro. Però almeno è un pensiero presente nel mio retro cervello che ogni tanto mi aiuta. 

Così oggi FINALMENTE ricomincia la scuola, perché queste 2 settimane ed 1 giorno con le bimbe a casa, malate e/o annoiate perché dovevano stare con la babysitter al mattino mentre io lavoravo da casa sono state moooolto intense. Per me le School Holidays sono sempre intense perché sono un animale indipendente, amo fare le mie cose al mattino, sia personali che di lavoro, e nonostante cerchi di prepararmi psicologicamente in anticipo, ogni volta mi irrigidisco. Poi ovviamente gli impegni lavorativi finiscono per condensarsi tutti in quelle due settimane. Insomma, prossima volta cercherò di fare meglio💪

Questa volta anche il meteo ballerino non ha aiutato e ci ha costretto a cancellare il nostro weekend “fuori porta” a margaret river, quello stacco a cavallo delle school holidays che aveva funzionato alla grande le scorse volte. Bali ovviamente ha fatto il resto. Ma vabbè, pensiamo positivo 😂

Nota positivissima è aver trovato posto al Ningaloo Reef per Pasqua ed aver ricevuto più di 20 offerte via mail per la nostra fuga romantica di Gennaio in Val Gardena! 

3G è sempre volubile, a tratti isterica, la notte continua a chiamare e di giorno non sa nemmeno lei cosa vuole. Dopo la quinta malattia e l’otite, ora stiamo combattendo gli ossiuri (thread worms). Domani col GP (medico della mutua) ci andrò giù pesante per farle fare un bel check up e capire se ha qualche altro virus o se questa agitazione è tutta farina del suo sacco. 

Anche 2G ha fatto un bello scatto di crescita, snobba la sorella quando le chiede di giocare e si rinchiude spesso in camera sua. 

Che bello mamma sei a casa! 😂

(PS: il cane non è mio, ahimè! Immagine presa da qui

L’ opzione cane quando le figlie saranno in piena adolescenza si fa sempre più interessante: così almeno qualcuno sarà felice di vedermi quando torno a casa 😬

I due corsi di Revit e Progettazione Architettonica che sto tendendo non sono affatto una passeggiata di salute e tra poco 8 donzelle agitate pure loro mi aspettano al varco con mille scuse per non essere riuscite a completare i loro assessment (prove intermedie): cercherò di sorridere ed ammorbidirmi, facile no?!!? 

Davanti ad un bel cappuccino caldo, magari si! 


4 commenti

Benvenuto Ottobre! 

Il mese di Settembre è passato e mi ha semplicemente “asfaltato”!  😢

Non potendo fuggire, mi consolo con la tisana 😉

Nessun problema grave per fortuna, ma solo una serie di sfighette e cambi di programma non graditi. Ecco un breve sunto:

1) Bali yoga retreat: a giugno avevo deciso di andare nel cuore di Bali con la mia amica M. a fare un super yoga Retreat. 6 giorni da sola a fare yoga, un sogno ma anche tanta agitazione per la gestione della famiglia, il fatto di andare in Indonesia da sola con un aereo etc etc.

Ieri la decisione finale: causa rischio eruzione del vulcano più grande di Bali, il viaggio è stato annullato. Grande la delusione ed il calo di adrenalina, ora ci resta la rogna di recuperare i soldi tramite l’assicurazione!

2) Malanni: 3G è stata bene tutto l’anno. Dal 6 di settembre però è sempre malata tra la sesta malattia, raffreddori costanti ed ora otite. La notte è un continuo svegliarsi urlando, di giorno è davvero tosta da intrattenere e sinceramente sono a pezzi!

3) Il nuovo lavoro come Waste Officer per un comune a sud del fiume si è rivelato una fregatura, nel senso che hanno definito i turni, io ho dato la disponibilità il mercoledì ed il giovedì e mi sono organizzata facendo i salti mortali tra tate ed asilo per 3G…ma non ho ancora lavorato nemmeno un giorno perché il lavoro viene completato nei primi 2 giorni della settimana ed i turni restanti vengono annullati con 24 ore di preavviso! 

Morale lunedì chiamo asilo e cancello 3G da tutti i giorni extra che avevo prenotato, sperando così che il numero di malanni diminuisca drasticamente!

4) Acquisto casa: dopo un mese e mezzo di ricerche, una media di 4 case visitate ogni sabato correndo da un quartiere all’altro e serate passate a guardare case al computer, 2 offerte scritte ed un’asta per una casa carina e innumerevoli albe in bianco per l’agitazione di MA che non era molto convinta di investire tutti i nostri risparmi ed aprire un mutuo 30ennale in una casa che, se tutto andava bene avremmo rivenduto tra massimo 5 anni, il marito ha (FORSE) deciso che in effetti l’investimento era troppo rischioso 😂😂.

La “casettina” di cui G si era innamorato…

Ora sta valutando di cambiare casa in affitto.

Io sto valutando un altro yoga Retreat… A tempo indeterminato però 😈!!!!

5) School Holidays: siamo a metà delle amate school holidays, con 3G malata, 2G che si annoia e noi madri che cerchiamo di aiutarci e così ho una media di 3/4 bambini per casa….e io dovrei lavorare da casa. 😳

Ora le note positive!

1) È Ottobre e spero di ripartire col piede giusto

2) Il mio primo evento organizzato per le United Nations of Australia – WA dal titolo “Sustainable Cities and Communities” è stato un successone, con più di 50 partecipanti 💪.

Mi sono occupata di tutta l’organizzazione, dal trovare gli speakers ad organizzare l’aperitivo e cucinare, a spargere la voce tra tutti i miei contatti lavorativi. Ho ricevuto tantissimo supporto da amici e colleghi e sono molto soddisfatta 😉

Il mio primo evento!

3) Nuove possibili opportunità lavorative: grazie all’evento ho conosciuto personalmente colleghi di varie società ed università e spero che in futuro possa nascere qualcosa di buono.

4) Interviste alla radio: grazie ad un contatto di G (diamo il giusto merito al marito!!!), ho registrato già 3 interviste per un programma in italiano di una radio australiana sul tema Sostenibilità Ambientale e siamo in contatto per registrare una mini serie sul tema 😉

Insomma, niente di drammatico con buone prospettive per il futuro. Spero solo che 3G la smetta di ammalarsi, in modo da riavere di nuovo la mia bambina attiva, sorridente, simpatica ma soprattutto indipendente 😍

Ps: so bene che questi malanni sono la norma per una bimba di 4 anni, ma ammetto che dopo un anno da favola, avevo perso l’abitudine 😬


5 commenti

Passin passetto… 

Passin passetto la vita quaggiù procede 😁

La grossa mazzata della partenza di Suor Germana è stata attutita dalla presenza di mio fratello che in queste 3 settimane è stato di grandissimo aiuto sia a livello emotivo che a livello pratico… 

Il nostro terrazzo ha finalmente un divano in pallett come avevo tanto desiderato 

E il nostro water ha una doccetta per fare il bidet. Ammetto che appena installata ho pensato che forse non fosse così necessaria…poi ho fatto il bidet senza dover entrare in doccia e mi sono illuminata!!! Piccole gioie per italiani all’estero 😂😂

L’altra mazzata logistica è stata la partenza della mitica tata svedese A, colei che mi risolveva OGNI problema e sapeva pure cucire. Per fortuna la nostra au pair E. è tornata a Perth per qualche mese. Ora vive da sola ma mi aiuta un giorno a settimana ed è un buon inizio. Per il resto la ricerca della tata è sempre difficile, per il fatto che le ragazze sono super impegnate e cambiano disponibilità ogni settimana, ma soprattutto non hanno idea di cosa faranno della loro vita il mese successivo!!! 

La mia amicizia con M, la mamma della migliore amica di 2G, sta diventando sempre più importante, sia perché ci aiutiamo alla grande con pick up e drop off da scuola in alternativa al delirio tate, sia perché ha il grande pregio di smorzare le mie agitazioni da “milanese” grazie al suo punto di vista rilassato alla “WA style“. 

3G è cresciuta tantissimo ed è ormai una bambina indipendente, che ama giocare con sua sorella ed anche da sola. Il suo carattere da Ariete rimane, ma sono veramente fiera sia di lei che di 2G.

Il mio lavoro ingrana… Stavo scrivendo oggi alle 2 pm… Ed ora devo rettificare, perché alle 4 pm ho ricevuto una mail di conferma dopo il colloquio fatto martedì 😉 

Provo ad andare con ordine, per mettere ordine anche nel mio cervello confuso! 

Il lavoro come insegnante procede bene, nel senso che mi piace anche se a volte mi mette a dura prova perché io e i miei studenti veniamo non solo da continenti diversi ma anche da galassie differenti! Cmque sempre grazie a M sto imparando a capire come ragionano e come portarli dove voglio io 😳

Il lavoro Casual in WA si continua a rivelare un tipo di lavoro assai Casuale più che a Progetto! Per esempio qualche settimana fa sembrava che la mia avventura come insegnante si sarebbe conclusa con questo corso, mentre ieri ho scoperto dagli studenti che il prossimo trimestre avrò ben due corsi. Pianificare è quindi impossibile, fare yoga è la mia unica salvezza 😇

Le mie attività di volontariato stanno dando buoni risultati ed infatti sono appena stata nominata responsabile del “Built Environment Portfolio” per le mie “mini” Nazioni Unite del WA e sto organizzando il primo seminario sul tema. 

Anche il blog “ThinkAboutSustainability” si sta rivelando un buon biglietto da visita per conoscere persone nuove ed interessate al tema sostenibilità ambientale, nonché una buona palestra per le mie writing skills. 

Dietro consiglio di una collega delle Nazioni Unite, ho ricominciato a rispondere agli annunci di lavoro per posizioni legate alla sostenibilità ambientale, anche se non ho tutte le qualifiche richieste. Uno di questi cv è andato a buon fine e così da metà agosto, dopo aver fatto un bel po’ di scartoffie incluso un drug test, dovrei iniziare un altro lavoro casual per 2 giorni a settimana, che ben si incastra col lavoro di insegnante…nella speranza che un altro cv per un super lavoro a tempo pieno con un contratto di 3 anni vada a buon fine… 

Let’s keep fingers crossed e avanti tutta 🤞🤞🤞

Ps: mio fratello è appena partito, ed io elaboro l’ennesimo saluto panificando!!! 

Pps: ieri ho iniziato a scrivere questo post col titolo “passin passetto”. Poi la mia amica C nonché per pura casualità vicina di casa a Perth per 6 mesi, in commento alla mia notizia del nuovo lavoro mi ha scritto: “passin passetto…la asfalti Perth“!!! 

E mi ha fatto morire anche per la coincidenza. Cara C, noi vi aspettiamo quaggiù 🤣


9 commenti

Le mie “battaglie interiori” 

Ormai si sa che sono un animo complicato ed assai idealista. Per fortuna G con il suo lato più “quadrato” da ingegnere contribuisce a bilanciare i miei slanci 😉 

In pausa pranzo: corsetta intorno al lago

È da tanti anni che combatto varie battaglie interiori, cioè delle situazioni personali che non mi vanno bene ma fatico ad affrontarle ed a trovare una soluzione o almeno un compromesso

Da quando sono mamma, ovviamente la principale battaglia è “Carriera o Famiglia“.

Come Architetto, sono spesso tra due fuochi: uno è quello di tornare in un grosso studio e di fare carriera, a discapito ovviamente della famiglia. L’altro è quello di fare la libera professionista promuovendo la sostenibilità ambientale

Sono praticamente 10 anni che combatto queste battaglie e finalmente, nel giro di pochi giorni, ho fatto dei bei passi avanti

Lunedi mattina: brainstorming davanti all’Oceano

Innanzitutto ho smesso di cercare la soluzione definitiva ma ho accettato  il “momento“. La parola “compromesso” non mi piace. Il “momento”, grazie allo yoga, mi piace molto! 

Nel giro di 6 mesi mi sono ricreata una situazione lavorativa che mi soddisfa: lavoro al mattino come free lance, al pomeriggio sto con le mie bimbe e spesso dopo le 5 pm mi dedico ad attività di volontariato e workshop vari. Questo per ora soddisfa la parte di “carriera e famiglia”. Nel 2018 anche la piccola 3G andrà a scuola tutte le mattine e potrà frequentare il before school ed after school con la sorella maggiore, perciò potrei cambiare nuovamente i miei piani 😉 

Sul lato Architetto, è da 1 anno che non progetto nulla e la cosa non mi turba affatto!!! Sto studiando e conoscendo nuove persone e progetti interessanti, soprattutto con la scusa del mio nuovo blog ThinkAboutSustainability. Insegno seguendo un programma molto poco definito che mi da la possibilità di strutturare le lezioni come voglio, facendo ricerca per preparare le lezioni. Insomma, al momento mi va benissimo così! 

In “gita” con i miei studenti!

Il grosso studio di architettura per ora non mi manca. Tengo comunque gli occhi aperti se dovesse capitare qualche occasione super, anche a tempo determinato. Perché il contratto a progetto può avere anche i suoi lati positivi 😉 

Infine, mi sono resa conto che non ho più la voglia/motivazione di fare la libera professione alla Don Chisciotte. Sbattermi e farmi il sangue marcio per convincere le persone e le imprese di costruzioni a realizzare edifici in modo diverso, in questo momento non mi interessa. L’ho fatto per tanti anni in Italia, non me la sento di ricominciare di nuovo quaggiù! 

Invece mi piace molto promuovere tutto ciò che di positivo viene fatto da altri. Ecco che ThinkAboutSustainability come contenitore di novità per l’ambiente mi calza a pennello ed infatti gli sto dedicando molta energia e passione, nel mio nuovo ruolo autoassegnatomi di Sustainability Communicator! 

Ricca non divento di certo, ma per fortuna G mi regala la serenità di non dovermi preoccupare della questione economica…e poi con le mie nuove capacità culinarie, sto contribuendo sempre di più a ridurre le spese di famiglia. Anche questo era ovviamente un nodo fondamentale per la mia serenità: quante storie mi sono fatta perché mi sembrava di spendere e basta, come se passassi le giornate a fare shopping in Montenapo!!! 

La mia nuova passione: il pane fatto in casa. Che si incastra perfettamente con il mio lavorare da casa 😉

Maturare vuol dire anche questo? Voi che nuove consapevolezze avete raggiunto? 

Ps: per lo slancio ad iniziare a fare il pane devo ringraziare Drusilla che mi ha introdotto alle ricette di Misya. Le mie preferite: Pane integrale veloce e Pane di segale 


3 commenti

Nel mio zaino per questo 2017

In questo inizio di 2017, sto mettendo nel mio zaino tante cose che mi piacciono e ne sono felice 😉 

Ecco le principali:

Senso di maggiore stabilità: in realtà non è cambiato nulla rispetto a prima in termini di certezze lavorative, però pian piano ci viene spontaneo dire che si, l’anno prossimo nostra figlia parteciperà di nuovo ai Nippers, che a Settembre andremo al Ningaloo Reef e che a Natale andremo in vacanza in Italia. Senza sempre essere in dubbio per qualsiasi attività del prossimo futuro. 

Il trofeo dei Nippers consegnato a tutti i partecipanti

Per me è un cambio di approccio molto ma molto importante! Credo abbia influito anche il fatto che siamo a metà strada per la cittadinanza, un grande traguardo per tutti noi ma soprattutto per il futuro delle bimbe. Starà poi a loro scegliere dove vorranno vivere, tra un “tris d’assi” di paesi bellissimi 😉 

Rimane sempre il dubbio di cosa fare dopo, perché al momento siamo scettici di fare passare l’adolescenza alle nostre bimbe in una città che è un’isola dorata all’interno di un’isola remota..ma per fortuna c’è ancora un po’ di tempo per decidere! 

I want to be… Here!

Comfort Zone: siamo sempre migliaia di km fuori dalla nostra comfort zone, ma pian piano certe cose stanno diventando “normali”. Certo aver visto sabato scorso a Rottnest un serpente velenoso (ci hanno detto) sulla spiaggia e ieri aver trovato un ragno Redback sul nostro terrazzo (questo di sicuro molto velenoso e pericoloso specialmente per i bimbi), ci ricorda che non siamo a casa nostra. Però anche questo ci ha turbato meno che se fosse accaduto 2 anni fa. 

HammerHead, una delle sculture di Sculpture by the Sea 2017 a Cottesloe. In tema wildlife australiana!!!

Fiducia in me stessa come professionista: sono passati 9 mesi da quando il mio ruolo nello studio di architettura è stato fatto “Redundant” cioè “ridondante” e ce ne ho messo di tempo per mandarla giù…Perché sono un filo permalosetta 😉 Finalmente ho accettato che non è stata colpa di nessuno, ma che il termine “Redundant” vuol dire proprio che non c’erano più lavori per la mia posizione, non che io non ero all’altezza. Nessuno fino ad ora è stato preso per rimpiazzare il mio posto. È solo che in questo momento non c’è proprio trippa per gatti negli studi di architettura! 

Grazie alla ritrovata fiducia in me stessa e del fatto che non ho niente da perdere, mi sono creata un ruolo da zero. Dopo mesi di dubbi su “cosa voglio fare da grande”, ho semplicemente preso il mio titolo professionale, quello che mi interessa e li ho uniti in un titolo che non esiste da nessuna parte ma che mi calza a pennello e tendenzialmente faccio ciò che mi pare 😉 

Giovedì scorso sono andata con una collega è  amica Svizzera ad una serata di Networking, con i miei nuovi bigliettini da visita, ho chiacchierato tranquilla, sicura di me e di quello che sto facendo. Il modo in cui ci si presenta fa l’80% del lavoro, tanto che settimana prossima ho un incontro con un developer (agente immobiliare e promotore di progetti). Non ho idea di cosa si parlerà. Io però sono consapevole di quello che so, di quello che mi interessa e vediamo se mi torna la voglia di avere a che fare con gli edifici. 

In futuro vivremo in delle lattine riciclate? Molte sculture erano su temi ambientali

Bilinguismo: le mie figlie volano che è una meraviglia. Il loro accento inglese è fantastico e non hanno alcun problema a scuola. Per l’italiano, tutte le ore che trascorro prima e dopo scuola stanno dando i loro frutti, specialmente con 3G che al momento non mescola le due lingue e sta imparando a coniugare i verbi correttamente. 

Oggi mi sono proprio resa conto di quanto sia utile il momento dopo scuola, in cui mi raccontano come è andata la giornata. Vivendo tutte le loro esperienze in inglese, capita spesso che alcune parole per descrivere un’attività siano inevitabilmente inglesi. Ecco che entro in gioco io, che le ascolto ed interessata rinforzo ogni frase con le parole italiane corrispondenti. Frasi del tipo: “ah, avete usato la pittura (paint) o la colla (glue)” oppure: “oh, oggi avete studiato i muscoli (muscles), bello!” In questo modo colmo subito una parte di divario tra le due lingue, o almeno ci provo!

Io sono sempre abbastanza confusa, nel senso che fatico molto a saltare da una lingua all’altra. Se sono al bar con italiani, 99 su 100 parlerò al cameriere in italiano. Però vedo dei miglioramenti in inglese, specialmente da quando ho iniziato a scrivere in inglese per il “box” sulla sostenibilità ambientale. Mi diverto un mondo, leggo, studio, ma soprattutto intervisto persone. Lo faccio per me, per promuovere la sostenibilità ambientale, mi sento utile e mi diverto un sacco!

Da quando ho iniziato a differenziare le bucce di frutta e verdura per il compost, la nostra pattumiera si è ridotta da quella grande a quella piccola…si vede che amo frutta e verdura 😉

Ritmi: a due mesi dall’inizio della scuola, con la grossa novità del Kindy per 3G, mi sento di aver preso il ritmo. Fondamentale sia per me che per G sono le ore di sonno che devono essere tantissime, come i bambini. Quindi ormai si cena tutti alle 18,30, bimbe a nanna alle 19,30 massimo le 20, noi a nanna alle 21,30 massimo le 22 per svegliarci alle 6,30 belli carichi. Basta solo che andiamo a dormire un’ora dopo ed il nostro cervello va in pappa, la pazienza cala e si finisce a schifio 😉 Anche su questo finalmente G ne ha convenuto, anche perché due volte a settimana lo spedisco in piscina alle 6 am…così vedi che alle 21,30 vuole andare a letto!!! 

Per i drop off al mattino e i pick up al pomeriggio delle bimbe dalle due scuole diverse ho trovato un’ottimo equilibrio con due care amiche mamme, così da ridurre le corse di qua e di là. Una nuova tata italiana che ha studiato per diventare cuoca ogni tanto mi aiuta sia con le bimbe che in cucina.

Crostata cangurosa

Le mie mattine sono sempre intense ma piacevoli. Il lunedi mattina presto è la mia pausa per fare il punto della situazione. Di solito caffè con le altre mamme,  spesa e programmazione per la settimana. Martedi, mercoledì e giovedì lavoro per preparare la lezione del venerdì e per scrivere di sostenibilità ambientale. Venerdì ho la mia lezione di Progettazione Architettonica di Interni con l’uso di Revit. Il lavoro più intenso di insegnamento del software mi pare si sia concluso e così posso dedicare 1h della lezione a revisionare i loro progetti e mi piace molto. Ovviamente appena posso introduco spunti sul risparmio energetico e la sostenibilità ambientale. 

In attesa dell’onda giusta…

Insomma, non si canta vittoria anche perché tra poco il Term scolastico finisce ed i miei ritmi salteranno per due settimane, però spero di continuare a riempire il mio zaino di cose positive 😉 

Buona settimana e avanti tutta! 

Passin, passetto…

Ps: sto anche intraprendendo un passo social, cioè ho creato il mio account su Fb come MammArch. Devo ancora creare la pagina del mio blog, ma spero di riuscirci a breve. Non sono un’amante di Fb, però penso che possa essere utile come luogo per condividere pubblicamente i miei consigli in tema trasferimento in Australia che al momento do privatamente via email o attraverso skype calls. 

NB: Ricordate sempre che io NON SONO un Migration Agent e NON DO consigli sui visti. 

Condivido solo la mia ESPERIENZA PERSONALE con chi è interessato! 


1 Commento

Cosa bolle in pentola? 

Tante novità e tante sfide!!!  


Il tempo per raccontarle tutte ovviamente manca, ma tra una sbandata, alcune soddisfazioni e qualche “schiaffone” si va avanti, cercando di cogliere il meglio che questa pazza Australia ha da offrirci 😉 

Opera in the Park: quest’anno era il 50esimo. Splendido spettacolo e grande orgoglio italiano 😉

Tra poche ore la settimana ricomincia, con 3G che andrà al kindy dalle 8,45 alle 14,45 e 2G che invece va dalle 8,35 alle 15,05…in due scuole vicine (perché il kindy per mancanza di spazio è “off campus”), ma non abbastanza da andarci a piedi! 

È stampato su una mia maglietta, per non dimenticarlo!

Cosi MA vola da una parte all’altra e in mezzo ci piazza anche le sue attività lavorative. Il drop off al mattino è una gran fatica, il caffè subito dopo, in solitaria o con le amiche, è un miraggio, il pick up quando vedo i loro sorrisi è una grande gioia 😉 

Buona settimana a tutti!