parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)


10 commenti

“Il coraggio non ti manca”

“Il coraggio non ti manca” è la bellissima frase di incoraggiamento che mi ha scritto domenica mia suocera per tirarmi su il morale, mentre con fuori 37 gradi ed in casa circa 30 gradi, io ero a letto con la febbre ed intanto cercavo di lavorare! 

Alle 8 di sera in casa ci sono ancora 30 gradi…datemi dell’isolante per i muri e il tetto per favore!!!!

In effetti, fino ad ora il coraggio non mi è mancato, sia a livello personale che professionale. Quando però si arriva vicino alla data di inizio di una nuova avventura, la fifa si fa sentire 😉 

In questo momento mi sono buttata in due nuove avventure:

1) ho deciso di creare un “contenitore” dove raccogliere tutti i miei pensieri, analisi, ricerche, scoperte, interviste ed esperienze come volontaria che sto facendo nell’ambito della sostenibilità ambientale. È una grossa sfida perché per la prima volta sto scrivendo in inglese e mi sto autoattribuendo un nuovo ruolo, quello di “Sustainability Architect and Communicator”. Per ora è solo un hobby, al massimo mi offrono qualche caffè, però sto conoscendo tante persone interessanti ed in futuro chissà 😉 

Qui a Perth in molti vivono in una casetta col giardino e cosi raccogliere le bucce di frutta e verdura per produrre il proprio compost è un modo facile per aiutare l’ambiente. Io non ho il giardino, però raccolgo ugualmente le mie bucce e le consegno alla mia amica M che è una grande compostatrice 😉

2) ho iniziato ad insegnare! grazie alla mia perseveranza (che rasenta lo stalking) e ad un paio di contatti giusti, sono riuscita ad ottenere un contratto come Casual Lecturer in un’universita’ privata di Interior Design e proprio oggi ho tenuto la prima lezione del mio corso!! 

Si tratta di insegnare agli studenti come usare il software di disegno Revit, partendo da zero, con l’obiettivo finale per ogni studente di documentare un progetto di interni di un bar usando Revit a livello professionale!

Prove di creazione di Famiglie in Revit, oggetto della prima lezione! Lavorando da casa la scrivania non poteva che venire richiesta rosa dalle mie bimbe!!!

Sono felicissima di questa opportunità, perché ho di nuovo il modo di tornare ad insegnare e di far valere tutta la fatica e l’esperienza fatta in Italia come insegnante nei Corsi di Certificazione Energetica e di Inglese. 

Fatica non solo mia ma di tutta la famiglia, perché i corsi erano principalmente in diretta online la sera così, quando 2G era neonata, io allattavo prima dell’inizio del corso, poi G con qualche amico o nonna girava sotto casa per un’ora e mezza, tornava per la pausa a metà lezione per farmi allattare e poi ripartiva. D’estate sui navigli era anche piacevole, d’inverno un po’ meno!!!

Durante questi ultimi sei mesi di profonda crisi motivazionale verso la mia professione, mi è capitato più volte di ripensare agli sforzi fatti in passato nel nome del lavoro e di domandarmi: “Ma perché? Ne è valsa davvero la pena?” 

Poi per questo nuovo lavoro ho dovuto modificare per l’ennesima volta il mio cv, basando il mio nuovo profilo professionale sia sulla mia esperienza come docente, sia su quella di architetto in uno studio professionale che usava Revit….e tutto magicamente si è fuso e la mia autocandidatura è andata a buon fine! 

Super pranzo a base di sushi per festeggiare la mia prima lezione 😉

Morale della favola, io credo ancora che impegnarsi e dare il massimo valga la pena e che alla lunga “chi la dura la vince”. Certo a volte è davvero difficile pensare fuori dal proprio schema ed inventarsi delle nuove possibilità. 

Per le prossime 12 settimane darò il mio massimo per questo corso in amibito commerciale. A seguire ce ne potrebbe essere un altro in ambito residenziale…

Baci a tutti da quaggiù e grazie per il supporto!

Intanto, avanti tutta! 


1 Commento

Cosa bolle in pentola? 

Tante novità e tante sfide!!!  


Il tempo per raccontarle tutte ovviamente manca, ma tra una sbandata, alcune soddisfazioni e qualche “schiaffone” si va avanti, cercando di cogliere il meglio che questa pazza Australia ha da offrirci 😉 

Opera in the Park: quest’anno era il 50esimo. Splendido spettacolo e grande orgoglio italiano 😉

Tra poche ore la settimana ricomincia, con 3G che andrà al kindy dalle 8,45 alle 14,45 e 2G che invece va dalle 8,35 alle 15,05…in due scuole vicine (perché il kindy per mancanza di spazio è “off campus”), ma non abbastanza da andarci a piedi! 

È stampato su una mia maglietta, per non dimenticarlo!

Cosi MA vola da una parte all’altra e in mezzo ci piazza anche le sue attività lavorative. Il drop off al mattino è una gran fatica, il caffè subito dopo, in solitaria o con le amiche, è un miraggio, il pick up quando vedo i loro sorrisi è una grande gioia 😉 

Buona settimana a tutti!