parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)


1 Commento

Traslocare è come giocare a Tetris

Ho passato le scorse 6 settimane a fare scatoloni, anzi prima a fare sottoscatole di varie “negghie” sparpagliate in giro per casa (specialmente nelle scrivanie delle figlie) e poi a fare i veri e propri scatoloni.

Ho iniziato con largo anticipo perché sono una che non ama fare le cose all’ultimo minuto, ma soprattutto perche così ho fatto le scatole un po’ per volta solo durante il weekend per non impazzire la sera dopo il lavoro. Ovviamente G non era per nulla d’accordo, si lamentava che non trovava più niente in cucina, mente lui ha tenuto i suoi amati vestiti appesi fino all’ultimo secondo ed i traslocatori glieli hanno messi nelle scatole con l’appendino il giorno stesso. Un vero lord 🤣🤣

La camera bunker di 3G è subito diventata un ripostiglio 💪

Era la prima volta dopo 5 anni che facevo gli scatoloni da sola ed è stato come giocare a Tetris: un gioco di incastri per riempire le scatole il più possibile. Così ho verificato con mano che le ditte di traslochi che ti inscatolato tutto il giorno stesso del trasloco riempiono in modo assai casuale le scatole, un po’ perché non hanno tempo di giocare a Tetris ed un po’ anche perché di paga a mc. Fatto sta che il numero di scatoloni questa volta si è molto ridotto 🎉. Rimango comunque dell’idea che il servizio di inscatolamento siano dei soldi assai ben spesi 😆
Una volta entrati in casa nuova, è stato di nuovo un grande gioco di Tetris, perché al primo piano G ed un aiutante stavano rimontando i letti e tutti gli scatoloni ed i vari arredi sono stati messi in salotto🙈

Qualche scatola in salotto!

Il salotto non è enorme, così alcune scatole sono state messe sopra le scrivanie delle bimbe, altre nelle librerie e così via. Ad un certo punto i letti erano pronti ed abbiamo giocato a Tetris per incastrare le scrivanie nelle loro camere, specialmente in camera di 3G che è piccina ma con due finestre giganti😍.

La nuova cameretta di 3G 😍😍

Una particolarità dell’Australia, insieme alle finestre di “mi nonna” che nn tengono l’aria, sono gli “shutters” interni, cioè delle persiane interne che qui piacciono molto. Dal punto di vista del risparmio energetico sono una “vaccata” perché andrebbero messi esternamente come le nostre persiane in Italia, ma date le finestre colabrodo, gli shutters sono meglio che niente. Peccato che si aprano a battente rendendo impossibile metterci sotto l’arredo🙄. Così con un altro gioco di Tetris abbiamo raggiunto un buon compromesso e gli shutters per ora rimangono.

Che freddooooo!!! 🥶

Una volta liberato un po’ il piano terra, è iniziata la fase di Tetris delle scatole rimaste per poter accedere al divano ed al caminetto a gas, unica fonte di riscaldamento in casa ed unica fonte di salvezza 😜. Le prime due notti abbiamo dormito con 14 gradi, ora siamo sui 18 e tutto va bene 😆.

La scala “infinita” 😬

Intanto D. sta ancora finendo di installare il parquet sulle scale (mia idea e quindi non mi posso lamentare😇), perciò ci sono attrezzi e polvere ovunque e così non abbiamo praticamente ancora vuotato nessuna scatola. Il mio studio è un laboratorio di falegnameria, domenica inauguriamo casa con 40 invitati, tra due settimane arrivano i miei genitori e lo zio L, ma siamo talmente felici di essere in casa nuova, che va bene così 😍😍

Il mio studio, forse…

E adesso che abbiamo comprato casa, vari amici vi aspettiamoci a Sydney, non avete più scuse 😅

Annunci


Lascia un commento

Periodo di Conquiste

Questi mesi sono stati un grande periodo di Conquiste con la C maiuscola.

2G sta crescendo a vista d’occhio e procede a grandi falcate verso l’importante traguardo dei “double digit” ovvero i 10 anni. Con la band musicale della scuola ha partecipato ad un camp di 2 giorni nelle Northern Beaches, la sua prima volta che dormiva da sola fuori casa in un centro estivo😍. Gli sleep over ormai sono cosa nota ed il suo prossimo desiderio è andare a scuola a piedi da sola.

2G pronta x il band camp!

3G ha perso il suo primo dentino, ha imparato ad andare in bicicletta e sta superando il suo terrore per i cani.

Una ricca fatina dei dentini!

Io sto aumentando la mia consapevolezza sul lavoro, grazie a dei colloqui mensili con la mia mentore che mi sta aiutando a capire ciò che voglio e mi da consigli preziosi per la mia nuova attività di Business Development. Chi l’avrebbe mai detto che io mi sarei occupata di pubbliche relazioni 🤣🤣.

G ha finalmente tolto la piastra dalla sua clavicola, a seguito dell’incidente di 18 mesi fa in Val Gardena. L’intervento è stato molto veloce ed abbiamo tirato un bel sospiro di sollievo.

Finalmente ci siamo potuti gustare il Vivid Festival da veri Sydneysiders, sia al Taroonga Zoo che in centro.

Ma la novità più bella è sicuramente il fatto che stiamo per traslocare di nuovo, questa volta a poche centinaia di metri dalla nostra casa attuale, in una nuova casa che finalmente potremo chiamare Casa almeno per un po’ 🏡.

Per scaramanzia non vi svelo ancora tutti i dettagli, ma non vediamo l’ora di spostarci 😍😍


8 commenti

Approdati a Sydney 9/9/18

Il 9 Settembre 2018 siamo finalmente approdati a Sydney per iniziare la 2nda fase della nostra avventura Australiana.

La splendida Opera House fotografata dall’auto appena arrivati a Sydney

Non è stato facile lasciare Perth ed il WA dopo quasi 4 anni, ma come dice mio padre, da quando siamo genitori ormai facciamo come i diplomatici: ogni 4 anni si cambia!

South Curl Curl beach

4 anni a Genova (Maggio 2009 – Gennaio 2015)
4 anni a Perth (19/01/2015 – 9/09/2018
Ed ora appunto eccoci qua sulla East Coast!

L’ Harbour Bridge fotografato sempre dalla nostra auto Bianca #3

Il fatto che G abitasse già a Sydney da 2 mesi ha reso tutto molto più facile, anche se io ero stravolta e mi pareva di essere su Marte. Ricordo perfettamente l’emozione di fare l’Harbour Bridge di sera appena atterrati e vedere l’opera House, con 2G che urlava di gioia, mentre 3G invece dormiva distrutta.

Quello che dovrebbe essere il mio studio 😂😂

Il lunedì mattina siamo subito andate a scuola a completare l’iscrizione delle bimbe, perché sapevo che la nuova routine scolastica ci avrebbe aiutato molto ad inserirci e così è stato, nonostante all’inizio 3G mostrasse una rabbia feroce verso questo cambiamento, una grande paura verso la nuova scuola ed una regressione comportamentale inaspettata. Praticamente una 2enne isterica con la forza di un Ariete di 5 anni. 😵

Primi giorni in stile campeggio, aspettando il container

È stata tosta, ma hanno portato a termine le ultime 3 settimane del terzo Term di scuola, nel frattempo io ho già ripreso a lavorare da casa, la nonna Z è arrivata ad aiutarmi per le school holidays e pian piano stiamo conoscendo luoghi e persone.

Clifton Gardens, uno dei miei luoghi preferiti nel North Shore

La prima impressione è molto positiva: la città è splendida e si percepisce un bel ritmo e molte possibilità per tutti noi. Sotto molti aspetti è sempre Australia, cosa che ha reso il trasferimento meno traumatico.

La vista dal mio co-working space. Ancora mi fa strano vedere l’Opera House 😊

Il cambio più netto è stato sicuramente il clima perché il cielo ha un colore diverso, anche quando è blu. E anche l’oceano ha un colore diverso. Ma è giusto che sia così e cerchiamo di goderci questa nuova avventura curiosi di quello che verrà 😍


3 commenti

Si chiude un capitolo. Arrivederci Perth!

Eccomi qua a scrivere di questo capitolo che si chiude. Di nuovo mi vengono in mente analogie con la gravidanza. Non so perché, ma è così.

Mr. Oceano 😍

Traslocare e ripartire di nuovo da zero è talmente un passo importante che ci si arriva pian piano, ci sono mesi di preparazione alle spalle e poi ad un certo punto è ora di andare, ci si butta e si può solo accettare quello che sarà. Come il parto e la nuova vita che ci aspetta come madri.

La vista da casa di Perth

Dopo vari mesi (è da Marzo del 2018 che ne parliamo in modo super serio, anche se un pensiero sulla prossima tappa è da sempre stato nell’aria, già dopo circa un annetto di vita a Perth) mi sento pronta al salto, a lasciare la nostra casa ed ad intraprendere una nuova avventura.

Su questa passerella ho faticosamente ribaltato la mia vita. Col sole…

Ovviamente fa male lasciare le persone più care ed i luoghi del cuore, le abitudini e tutta una cerchia di supporti che mi sono costruita. Ma è così, lo abbiamo scelto insieme ed è stato bello raggiungere un compromesso insieme. E siamo stati fortunati di aver raggiunto l’obiettivo Sydney in pochi mesi grazie al nuovo lavoro di G.

E con la pioggia!

Il capitolo di Perth ha significato tantissimo per me. È stato molto faticoso, credo che mi abbia fatto invecchiare di 7 anni invece che di 3 e mezzo, ma sono felice di averlo vissuto e ne esco assai rinforzata, con 2 palle ancora più grosse, se mi passate il francesismo.

Quante ore con le bimbe al Floreat Kiosk 😍

Ho raggiunto risultati molto importanti in tema di indipendenza, fiducia in me stessa, soddisfazione professionale ed apertura verso gli altri. Quest’ultimo punto mi sta molto a cuore: io che sono sempre stata abituata a dover far tutto da sola, a non chiedere quasi mai aiuto per mille vari motivi, quaggiù dall’altra parte del mondo, spesso da sola con due bimbe piccole, ho dovuto aprirmi, condividere, farmi aiutare e supportare. E cavoli, quanto mi piace, quanto mi fa stare bene ed allevia la pressione sovrumana che prima mi schiacciava!

E quanti caffè durante i Nippers alla domenica mattina all’alba 🙃

Non ho mai avuto così tante amiche in vita mia, non ho mai condiviso i fatti miei così tanto, anche cose molto personali, e non ho mai trovato così tanto supporto ed empatia. Supporto emotivo e supporto pratico, perché lavorando full time con due figlie a scuola dalle 9am alle 3pm, non si possono fare miracoli. E qualsiasi cosa succeda, ho una lista di amiche da chiamare che mi possono dare una mano. E questo mi fa stare bene!

La vita è un viaggio, non sempre facile 💪

Il nuovo capitolo a Sydney non sarà facile, ci sarà da ripartire da zero, anche se G è là da solo già da 2 mesi. Bisognerà avere pazienza, ritrovarsi e ricominciare di nuovo in quattro facendo tesoro dell’importante bagaglio di esperienze del WA.

Il mio fantastico yoga studio 🙏

La pazienza è una virtù che ho voglia di coltivare, so che ne ho poca e lo accetto. Mentre se qualcuno mi dice di stare calma, me lo “mangio vivo”, soprattutto dopo questi ultimi 2 mesi di delirio. Ma la Pazienza si, ci posso lavorare, insieme a tanto yoga vedendo il sole che sorge ad Est dopo tanti splendidi tramonti a ovest.

Il mio bigliettino di saluto per M, il pilastro di questa mia avventura in WA 😍

Grazie Perth & WA 😍
Sydney stiamo arrivando 🤗


2 commenti

The Big Day – Cronaca di un trasloco!

Sono qui su una sedia in tenuta da trasloco che assisto all’impacchettamento della casa!

Per la cronaca, non è arrivato il team di Oceans Eleven (ahimè) ma due baldi giovani che all’inizio non promettevano molto bene, ma ora hanno preso il ritmo.

In circa 1 ora e mezza, uno ha quasi finito di imballare la cucina (ho dato via molte cose, ma ce ne sono sempre troppe, mi annoto mentalmente per il futuro), l’altro si è occupato del ripostiglio, la mia scrivania, la libreria delle bimbe ed il mobile tv.
L’arrivo del camion era previsto tra le 8 e le 8, 30am, ma io ero già in posizione alle 7,30am dopo aver lasciato le bimbe a casa della mia carissima amica M. Ed infatti il camion col container era appena arrivato e si stava parcheggiando dove c’erano i miei bidoni della pattumiera ed i cartelli per tenere il posto. Di solito davanti a casa ci sono sempre auto parcheggiate. Stamattina invece la sorte ha voluto che la via fosse deserta, così hanno parcheggiato super vicino! Stamattina ha anche fatto 2 acquazzoni, ma il meteo da sole x tutto il giorno. Ed io sono positiva. Devo esserla per forza!

The Western Australian Way per riservare il posto ai traslocatori

Li osservo non tanto per tenerli sotto controllo, ammetto che ormai tutto andrà come deve andare, ma per registrare come mettono via le cose per essere più preparata al prossimo round! Per esempio, non hanno smontato le sedioline ikea, mentre hanno tolto le gambe dei tavolini. Per le cose della cucina non usano plastica a bolli ma tanti strati di carta da pacchi, etc etc.
Io ed i miei genitori abbiamo fatto un lavoro eccellente nel preparare il tutto, ovvero smontare alcune cose che i traslocatori non avrebbero fatto (tipo i seggioloni stokke, il divano in pallett, le lampade), raggruppare gli oggetti nelle stesse zone, preinscatolare il pc e lo stereo e così via. Questo per rendere più facile lo sballaggio a destinazione, ma anche per velocizzare le operazioni di carico, perché il piano prevede che oggi si portino via tutto, domani venga l’impresa di pulizie e giovedì l’inspection finale.

Abbiamo raggiunto un totale di 58 scatoloni!!!

Stamattina una mia amica é passata a trovarmi per 2 chiacchiere. Verso le 12 un’altra amica mi dovrebbe portare un caffè. E verso le 2,30 M dovrebbe passare per un abbraccio ed un piantino insieme. Lei è incinta ed assai affaticata. Non una gravidanza tutta rose e fiori purtroppo.
Ore 10am si sono fatti una pausa sigaretta ed ora si parte con i mobili. Scatole speciali per le sedie pieghevoli e gli sgabelli.
In tema pre-insacchettamento dei vestiti, per fortuna non sono troppo fobica in tema polvere. Così ho deciso di non insacchetare la biancheria del letto e gli asciugamani. Ho invece sentito l’esigenza di insacchetare i nostri vestiti, non tanto per lo sporco, ma più per una questione di privacy e di rischio che qualche pezzo potesse cascare fuori da un cassetto. Non so bene come spiegarlo, ma visto che mia mamma si è piegata tutta la roba appesa (mediamente nelle case di Perth ci sono pochi ripiani e molto spazio per appendere i vestiti), già che c’ero l’ho messa nei sacchetti e direttamente nelle scatole Crown che avevo tenuto dal precedente trasloco. È buffo come un trasloco smuova degli strani sentimenti. Si dice che sia stressante quanto un lutto o un divorzio. Vediamo stasera come mi sentirò!!
Ore 11,30am: hanno praticamente finito di fare gli scatoloni. Breve pausa pranzo e poi vengono a smontare 2 letti, 2 tavoli e caricano 🍾🍾

Nel frattempo, mano a mano che portano via i mobili, io tolgo i segni sui muri col mitico Gumption…perché ogni occasione è buona in vista dell’inspection finale 😬

Ad un certo punto un tavolo viene calato dal terrazzo!!!!

Ore 12,00pm: sono allo smontaggio letti e scrivanie
Ore 1,30pm: si inizia a caricare!

Rampa di lancio…

H. 4,00pm: caricato tutto! Si parte

C’è ancora spazio…

Il divano per fortuna resta 🤗

I miei baldi aiutanti 😂

Ps: non mi sono bevuta un Martini, ma un po’ di yoga sul terrazzo l’ho fatto 🙏🙏

Pps: come mi sento? Al momento non lo so, sono talmente stanca da questi 2 mesi a Perth da sola che tutto mi sembra surreale. Ho ben 4 giorni per riprendermi mentre mi diletto tra impresa di pulizie, inspection, consegna della macchina al concessionario, attività delle bimbe e saluti più o meno facili…per fortuna G ci viene a recuperare, dietro mia estremamente esplicita richiesta 🙈🙉🙊.
E da lunedì tutti a Sydney 😱😱😵😵😍😍🍾🍾🙃🙃


2 commenti

8 giorni al trasloco

Secondo me c’è una chiara analogia tra il parto ed il trasloco, nel senso che quando ci sei in mezzo dici “se sopravvivo, non rifarò mai più questa cosa”, poi il tempo passa, la vita va avanti, e nel mio caso dopo 2/3 anni ti ci ritrovi di nuovo in mezzo e ti domandi nuovamente “ma perché?!!??” 😈

Ecco, questa analogia, dovuta al fatto che sono circondata da pance, spiega chiaramente il mio stato d’animo. Se poi qualcuno dalla East Coast prova a dirmi “cerca di stare calma che se no è ancora più un casino…”
Altro che terremoto in Indonesia 😱.
Tutto ciò premesso, è arrivata la Cavalleria, alias i miei genitori, che hanno smazzato in una settimana una to do list di due pagine e si sono spupazzati le bimbe permettendomi sia di andare a lavoro che 3 sere a settimana a yoga🙏🙏. Il lato operativo procede bene, sono anche riuscita a vendere dopo mille difficoltà, anche se quasi nuovi, un letto ed un frigo.

La nostra terrazza: c’è voluto un giorno interno di idropulitrice per ripulirla 😵

Il lato emotivo fatica, molto 😧Tendenzialmente sono stanca e svuotata. Non ce la faccio più a concentrarmi a lavoro e mi sogno su un aereo per Sydney. Non che non abbia più voglia di stare a Perth, anzi, dato che questa settimana ci ha regalato un’anticipazione di primavera super, quanto per il fatto che non vedo l’ora di concludere questa fase.
Anche 2G non ce la fa più, non vuole più andare a scuola e mi dice che vuole andare a Sydney. 3G è un po’ stravolta e mostra la sua agitazione regredendo a 2enne e necessita di tante attenzioni e pazienza.

Il nuovo migliore amico di mio papà, che da 3 giorni sta togliendo segni e ditate dai muri 😱

Ma ormai ci siamo. Questa sera ho dato i voti finali alle mie studentesse. Un’esperienza di 2 anni che si chiude, spero di riprendere nel 2019 per la sede di Sydney 🤞🤞
Mi aspettano anche gli ultimi 3 giorni a lavoro come Environmental Consultant, di cui martedì ho sagacemente accettato di fare un corso e mercoledì punto alla fuga alle 2pm.
Da domani sera inizio a fare le valige, consapevole che per le prossime 2/3 settimane non troverò una cippa lippa e scoprirò di aver messo in valigia cose inutili.
Giovedì e venerdì mattina vorrei godermi almeno 2 caffè tranqulli con i miei, prima di venire di nuovo risucchiati da liste, sacchetti e scatole.

Oceano Indiano Mon Amour

Perché è vero che ho preso il servizio completo in cui la ditta dei traslochi fa anche le scatole… Ma le cose vanno comunque riordinate, raggruppate etc etc se non ti vuoi ritrovare a destinazione con una sorta di bomba atomica negli scatoloni.
C’è invece chi è convinto che arriverà un gruppo di camerieri in livrea coi guanti bianchi, che smonteranno con cura tutto, anche i lego mini pezzetto per pezzetto, mentre io sul divano sorseggio un Martini.
Beh, se conoscete una ditta così, fatemelo sapere che fisso un nuovo trasloco tra 15 giorni 😂😂😜😜


2 commenti

“5 settimane da andare”

“5 settimane da andare” è la traduzione maccheronica delle mie figlie in italiano per “5 weeks to go”, ovvero il tempo che manca al nostro trasferimento a Sydney 😱😱.

Eh si, perché il il 4 settembre arriveranno i traslocatori e la domenica 9 settembre voleremo a Sydney! 🎆
Sapevo che una volta iniziato il mese di agosto il tempo avrebbe iniziato a volare. Ed infatti sta succedendo proprio così!
Dal punto di vista pratico ed organizzativo potrei anche traslocare domani: abbiamo una casa nuova, una scuola nuova di zona, il decluttering di casa è quasi completato. Potrei davvero traslocare questo martedì e volare domenica. Ma questo sarebbe fuggire, come mi ricorda la mia cara amica B, expat di lunga data e compagna di 3 anni di vita a Perth.

Così mi ritrovo con tutto quasi fatto e 5 settimane davanti a me in cui godermi/processare il trasloco. E non è affatto una cosa facile. Per fortuna giovedì arriva una grande sorpresa: C. di AdF viene in trasferta per lavoro a Perth e si ferma fino a domenica per godersi la città 😍. Quale scusa migliore per portarla a vedere i nostri luoghi del cuore e salutarli insieme a lei un’ultima volta 😍.

Poi arriverà G per il suo ultimo weekend lungo a Perth in cui cercheremo di salutare i nostri amici. E poi il botto finale, con 10 giorni di nonni che mi aiuteranno a chiudere casa e e si strapazzeranno le bimbe a più non posso, mentre io mi sfondo di yoga 🙏.
Dal 4 settembre sarò di nuovo da sola, a chiudere il capitolo WA ed aprirne uno nuovo. Per quella settimana staremo a casa della nostra cara amica M che ci ospita mentre lei è in Italia. Un grandissimo regalo per chiudere al meglio la nostra avventura 😊.
Vedete che il lato pratico è sotto controllo… Il lato emotivo un po’ meno 😂😂. Praticamente sono emotiva come una donna incinta. Ma non vi preoccupate, io non sono incinta 😝. Lo sono però una grande quantità di amiche intorno a me, inclusa M., la mia migliore amica dell’emisfero sud.
Ieri ho chiesto alle bimbe i 3 luoghi preferiti a Perth e mi hanno risposto: scuola – casa – un certo parco giochi legato ai loro ricordi.
Anche io ho fatto il mio elenco: City Beach – la mia amica M – Yallingup e dintorni.
L’ Oceano Indiano mi rimarrà sempre nel cuore. Spero anche la mia amica M e tutte le altre amicizie che ho costruito in questo pazzo WA.

Sono sempre convinta che questo trasferimento sia la mossa giusta per noi come famiglia. Spero che G possa essere più soddisfatto del suo lavoro e di ciò che Sydney avrà da offrirci a livello culturale.
Qui tutti mi chiedono se Sydney sarà per sempre (for good). Onestamente non lo so, di sicuro sono motivata a godermi i prossimo 2/3 anni laggiù e poi si vedrà cosa fare per la High School di 2G.
Intanto sorrido e piango al tempo stesso…. Praticamente una gravidanza “simpatica” con la mia Best Friend Downunder 😂😂