parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)


4 commenti

Up & Down

Ci sono momenti in cui procedo come uno schiacciasassi, mi espongo e mi metto in gioco ottenendo, per fortuna, ottimi risultati. 

Dopo grandi Up, ho quasi regolarmente momenti di grandi Down che fatico a gestire: un mix tra nostalgia, solitudine del lavorare da sola da casa al freddo e lontananza dagli affetti, fatica per tutti i fronti a cui sono esposta, stanchezza per le continue sveglie di 3G la notte, come minimo una per notte intorno alle 2 am che alla lunga si sente. 

Pian piano sto sviluppando le mie strategie. La più importante è il cappuccino vista oceano, al diavolo per una volta il regime latte free ;). Poi ci sono i caffè con le amiche, il mio spazio sul blog, lo yoga e la corsa. 

Finalmente una giornata di sole. Oceano, eccomi!

Cosi’ tra un Up ed un Down procedo lungo questa mia rotta super personale, da architetto a chissà cosa, che però mi sta dando molte soddisfazioni! 

Sento anche che il nostro 3zo anno in Australia si sta quasi per compiere ed ammetto che provo emozione ed anche un po’ di fifa, perché più tempo viviamo a testa in giù, più grande diventerà poi la decisione da prendere! Il 2018 vedrà altri importanti cambiamenti tra cui nonna Z in pensione e le mie bimbe nella stessa scuola con gli stessi orari, un sollievo organizzativo non da poco! 

Intanto cerco di tenere la barra a dritta e concentrarmi sui miei impegni quotidiani:

– dare i voti alla consegna dei miei baldi studenti 😂

– condividere contatti con le ultime due persone abbordate in tema sostenibilità, che mi hanno pure offerto il caffè 💪

– organizzare il mio evento sul tema Sustainable Built Environment per le Nazioni Unite del WA. 

– attendere il prossimo step per il nuovo lavoro casual. Ieri ho fatto il pre-employment health check. Ho incontrato tre medici: una per il drug test e controllo vista. Uno per il fit test, praticamente un test per i marines perché mi ha fatto fare flessioni, addominali, dorsali, squat e pure sollevare più volte 10 e 20 kg. Per fortuna che da quando faccio yoga ho le braccia un po’ pi forti! E l’ultimo per una verifica generale e spero che la mia pressione da formica non risulti un problema! 

– focalizzarmi ed incrociare anche le dita dei piedi per l’altro lavoro full time per cui ho applicato 2 settimane fa. 

– e se proprio non voglio annoiarmi, iniziare un corso gratuito online sulla sostenibilità ambientale, in modo da avere un titolo di studio locale che non guasta mai! 

In tutto ciò, mentre voi vi sciogliete le chiappe dal caldo in Italia, noi invece ce le geliamo, perché la minima di notte è scesa a 4 gradi… Ed in casa al mattino ce ne sono 15…Enjoy!!!

Ps: 3G da brava Aussie si rifiuta di vestirsi. Stamattina prima di andare a scuola ha nascosto il suo pile, così una volta tornati a casa non potevo costringerla a rimetterselo. Ed ovviamente lei nega l’evidenza. Così oggi le ho detto: “sono sicura che il pile è in casa. Lo cerchi e finché non salta fuori niente merenda”. Ecco che di colpo è apparso. Anni 4…cominciamo bene 😈 

Annunci


1 Commento

Super nonni a Perth

Martedì sera i miei genitori sono arrivati a Perth.

Ammetto che ero abbastanza agitata, perché non è mai facile rivedere i propri genitori dopo 6 mesi, presentargli la nuova realtà in cui hai deciso di vivere ed in cui hai deciso di portare le tue figlie che sono però “fortemente” anche le loro due uniche nipotine!

Inoltre stare in 6 persone nello stesso appartamento per tre settimane / un mese non è mai facile…

Invece per ora sono molto soddisfatta: 😉
– ho trovato i miei genitori come li ho lasciati: niente invecchiamenti precoci, lunghi capelli bianchi o disperazione da abbandono…uno dei classici incubi della madre/figlia che va dall’altra parte del mondo portando via le nipotine 😉

– sono molto più sereni e contenti, probabilmente perché ci hanno visto sereni e contenti, sia io che finalmente ho un lavoro, sia 2G che a scuola chiacchiera con i suoi compagni in due lingue, sicura di sé e felice a piedi nudi nel parco giochi. Inoltre abbiamo tanti nuovi amici sia tramite la scuola che grazie al lavoro. Insomma non siamo in un posto orribile, tutti soli soletti! 3G non era mai stato un pensiero per nessuno, ma ovviamente sta alla grande 😉

– riesco a comunicare molto meglio rispetto agli ultimi anni, forse perché siamo tutti più tranquilli e perché aver parlato molto poco negli ultimi 6 mesi  (solo via what’s app e qualche “ciao ciao” via skype perché la scena è monopolizzata dalle nipoti) mi ha dato la carica per non innervosirmi al primo solito commento 😉

– mi sono aperta e gli ho raccontato quello che mi sta a cuore, quello che mi piace di Perth e dell’Australia e quello che non mi va giù, le nostre sensazioni ed i nostri programmi futuri.
Prima invece io stavo asserragliata custodendo le mie idee ed i miei progetti (un filo folli), non volevo che i miei genitori li conoscessero a fondo perché sarei stata vulnerabile alle loro domande ed alle loro critiche.
Io e mio marito ce la stavamo facendo sotto ed io avevo bisogno di incitamento, non di analisi razionali che avrebbero portato ad una sola conclusione: partire è una follia 😉
Adesso invece siamo qui, abbiamo fatto il grande salto, ci siamo spianati la strada e per ora la nostra situazione attuale ci sta dando ampiamente ragione…evviva!

– in queste settimane sto scrivendo di meno sul blog perché sono molto presa a lavoro, le bimbe catalizzano tutte le attenzioni ed ora ci sono anche i nonni a cui mostrare un po’ di questo Western Australia. Sono anche stata molto presa su un altro progetto per il nostro futuro (NON è un figlio, tranquilli ;)), ma prima ne dobbiamo parlare con il resto della famigghia 😉

Arriveranno quindi altre news e fiumi di parole che sto a fatica trattenendo!!!!

Intanto ci godiamo i super nonni: ieri pizza con amici DA SOLI ed oggi gita fuori porta!

Buona domenica a tutti!