parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

Sostenibilità ambientale a scuola

4 commenti

L’ambiente è la mia passione

La sostenibilità ambientale è il mio modo per unire quello che ho studiato con quello di cui amo occuparmi. 

Gente un po’ strana 😉

Settimana scorsa la scuola di 2G ha organizzato una fantastica iniziativa per sensibilizzare i bimbi e le famiglie sui temi dell’ambiente e dei rifiuti: una mostra di sculture realizzate solo con materiali riciclati. 

Tartarughina!

Io e la mia cara amica M, che condivide il mio impegno per l’ambiente, ci siamo buttate a capofitto in questa iniziativa ed abbiamo anche fatto da giudici per assegnare un premio. 

La famiglia Addams!

La mostra è stato un successo, con ben 101 sculture presentate, tutte diverse tra loro, ma tutte con un comun denominatore: far capire ai bambini e ai loro genitori che gli oggetti non devono per forza finire in pattumiera, ma si possono riutilizzare in mille modi, usando la fantasia 😉 

Dumbo!

Il tema della sostenibilità ambientale sta finalmente prendendo piede in Western Australia.

Ganzo sulla panchina: questa invece è una scultura fatta da un professionista. Si trova in un centro educativo sul tema dei rifiuti!

Com’è la situazione in altri paesi? Queste tematiche sono trattate nelle scuole dei vostri bimbi? 

Annunci

4 thoughts on “Sostenibilità ambientale a scuola

  1. Stupendo!!!!
    Qui è un disastro 😭

    Mi piace

  2. La scultura fatta da un professionista è quella che mi è piaciuta di meno. La tartaruga è stupenda e la famiglia Adams è molto realistica!
    Una bella iniziativa anche se secondo me chi dovrebbe davvero sensibilizzarsi sono le grandi compagnie e non solo noi singoli. Ci sono prodotti in vendita che ancora usano davvero troppo materiale per il packaging e poi anche al super tutto viene servito negli orribili sacchettini di plastica. Forse bisognerebbe tornare indietro invece che andare avanti, a quando si metteva tutta la spesa nei sacchetti di carta: la meravigliosa carta gialla del macellaio, la carta marrone del pane..e comprare al mercato quando si può, direttamente dai produttori. Ciao

    Mi piace

    • Ciao. Grazie del commento. Concordo assolutamente con quello che dici. Per fortuna in WA si stanno iniziando a rendere conto del problema anche a livello legislativo.
      Sono fiduciosa che le cose possano migliorare molto e che anche il contributo del singolo sia molto importante: W il principio del Refuse, Reuse and Recycle!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...