parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

Stiamo qui, o almeno ci proviamo! (Mini guia a Rottnest Island)

10 commenti

È stata un’altra settimana intensa, tra le questioni lavorative di G e la consegna della mia prima DA come responsabile del progetto.

image

Gita a Rottnest Island

T, il capo dei progetti residenziali, mi ha chiaramente detto :”Arrangiati” nella versione educata in inglese: ” I have to leave it with you”.
Subito dopo il Project manager del progetto che bada solo ai tempi (fallo più in fretta possibile) ed al costo (spendi il meno possibile) mi ha detto che vuole il tutto per martedì e mi ha chiesto cosa diamine avessi fatto per tutta la settimana.

Io non potevo certo rispondergli che per due giorni avevo dovuto occuparmi di un altro progetto più importante del suo e che per il resto stavo procedendo per tentativi / brancolando nel buio cercando di dare un senso alla forma dell’edificio ed ai materiali.

image

Una delle splendide baie dell'isola

Superato il momento di panico, sono andata a chiedere aiuto alla mia collega ex vicina di banco V, che mi ha fatto capire cosa diavolo intendesse T quando mi lanciava qua e là informazioni tipo “il muro X fallo con le grooves”. Il tetto di “Surfmist” come ha detto il consulente in riunione. Parole sparare qua e là tra una riunione e l’altra che a stento riuscivo a capire!!

Comunque ho lavorato come un mulo, martedi qualcosa riuscirò a consegnare (lunedì in WA è festa nazionale), il resto lo farò per venerdì. Più di così non posso fare. Poi una volta in pausa pranzo andrò in gita da un rivenditore di materiali edili per dare un nome ed una faccia a tutto ciò 😉

image

Il cambio di postazioni è stato effettuato. Il mio posto è stato preso da J, la figlia del fondatore degli studi. Difianco a me c’è una interior designer con cui avevo già fatto un po’ di amicizia durante una visita in cantiere per il progetto. La terza nuova persona è la nuova responsabile degli interior designer.
Il risultato è che T non è per niente contento di questa e di altre mosse all’interno dello studio. La nostra zona è spesso vuota perché quasi tutte le persone, me inclusa, fanno orari flessibili. Vedremo!

image

I grattacieli di Perth sullo sfondo

G ha scoperto che il suo contratto annuale con scadenza ad aprile, in realtà non scade in aprile ma era stimato che si concludesse in aprile, ma se ci sono progetti rimane attivo….una cosa un po’ strana per noi, ma così è!!!
Questo ci ha un po’ rinfrancato e dopo qualche giorno di riflessioni e di associato stress da mille possibili cambiamenti (lavoro, città, continente e forse pure pianeta ;)), abbiamo concordato che proviamo a rimanere a Perth per tutto il 2016, cercando di evitare un suo trasferimento fisso a nord in cantiere… Speriamo in bene!

image

Protezione per i Quokka, mini canguri che abitano l'isola

Intanto intorno a noi varie persone, anche un architetto italiano arrivato a Perth con lo sponsorship qualche anno fa, vengono lasciate a casa. Non è facile rimanere concentrati e non perdersi d’animo con tutti questi “birilli” che crollano intorno a noi ogni giorno, ma ci si prova!
Io intanto ho ottenuto una bella soddisfazione: dopo 9 mesi ho avuto i biglietti da visita 😉

Con l’obiettivo di tenere fede al motto “make the best of it” oggi ci siamo regalati una splendida giornata di mare a Rottnest Island. Avevamo bisogno di cambiare aria, anche se abbiamo lasciato un’isola enorme (l’Australia) per andare in un’isola più piccola!!!
Le bimbe sono state entusiaste di mille bagni in baiette protette dalla barriera corallina.

image

La mappa dell'Isola di Rottnest

Loro giustamente non se ne rendono conto e a volte si lamentano pure, ma gli stiamo regalando un’esperienza da favola e ne sono felice 😉

Lunedi qui è la festa dei lavoratori…W i weekend lunghi 😉

Piccola guida di Rottnest Island:

Rottnest Island si trova di fronte a Perth, a circa 22 km di distanza. Un tempo era una base militare, ora è parco naturale. Ci si arriva con un traghetto veloce in circa 30 minuti da Fremantle o 60 minuti dal centro di Perth.
Sull’isola non ci sono auto. Ci si può muovere con la bici oppure con il bus di linea che effettua numerose fermate ad orari prestabiliti (il biglietto del bus si compra direttamente sull’isola).

L’Isola è piccolina con un perimetro di 22 km, è disabitata a parte due minuscoli paesini dove arrivano i traghetti ed è caratterizzata da numerose baie dall’acqua cristallina protette dal reef. Insomma l’Oceano Indiano con i suoi colori la fa da padrona.

Noi siamo partiti domenica alle 7,15 con il traghetto da Fremantle Shed B e siamo arrivati alle 8 sull’isola. Pausa caffè e colazione da Dome (questa catena è arrivata anche li!!) ed abbiamo preso il primo bus delle 8,45.
Fare il giro in bici è più bello, ma abbiamo pensato fosse un po’ troppo lungo per 2G. Inoltre, non essendoci alcun punto di ristoro in giro per l’isola, avrebbe significato caricare come dei somari noi e le bici, inclusa 3G sul seggiolino. Per questo primo giro il bus è andato benissimo 😉

Le spiagge sono tutte molto belle. Noi ci siamo fermati a Little Salmon bay, poi ci siamo spostati a piedi a Salmon Bay, una baia di sabbia bianca davvero super. Verso le 12,30 abbiamo ripreso il bus ed abbiamo fatto praticamente tutto il giro dell’isola. Essendo un po’ affamati ed accaldati, non ci siamo fermati sulla punta e ad Eagle Bay, ma sembravano proprio meritare!
Anche Rocky Bay e Stark Bay ci hanno affascinato, ma noi puntavamo a Little Armstrong bay perché segnalata come spiaggia per lo snorkeling. In realtà quest’ultima non ci ha fatto impazzire e c’era anche un po di camminata per raggiungerla. Insomma prossima volta dedicheremo più tempo alla parte ovest dell’isola, detta Narrow Neck 😉

Siamo poi approdati a Longreach Bay, un po’ nascota ma molto carina, dopo una pausa caffè e scivoli al Gordie Bay Caffè. Alle 16 abbiamo ripreso il bus verso Thompson Bay, dove partono i traghetti, ci siamo cambiati, abbiamo mangiato un gelato ed alle 17 ci siamo imbarcati. Per una gita in giornata con 3G ancora piccina, gli orari hanno funzionato alla perfezione!
Al ritorno il traghetto era più grande e faceva scalo a Northport, un altro molo di Fremantle e poi allo shed B. La prossima valuteremo Northport anche per la partenza.

Una volta arrivati a terra, abbiamo concluso la serata con polpo, gamberoni e pizza per le bimbe al Salt on the Beach di Fremantle…non ci si può proprio lamentare 😉

Unico neo dell’isola: il bus che gira solo in senso orario, perciò se vuoi tornare indietro alla spiaggetta che tanto ti piaceva (come è capitato a noi), devi rifarti il giro dell’isola. Gli spogliatoi e le docce in paese sono molto spartani e pure un po’ allagati…ma tutto sommato, tutto era ben organizzato e molto piacevole

Per la prossima volta proveremo a dormire sull’isola, impresa assai ardua perché tutte le strutture sono sempre piene e bisogna prenotare con 6 mesi in anticipo…come quasi tutto nel WA ahimè, ma pian piano ci stiamo rassegnando. La struttura più bella? Gli chalet di Gordie Bay che danno sulla Longreach Bay.

Voto finale: 8,5 senza dubbio 😉

Annunci

10 thoughts on “Stiamo qui, o almeno ci proviamo! (Mini guia a Rottnest Island)

  1. Mi fai sognare, tra avventure lavorative e personali mi fai davvero sognare!

    Mi piace

  2. Bella l’isoletta ne avevo sentito parlare per i mini canguri che sembrava dovessero aggirarsi liberamente sull’isola , ragion per cui non ci sarei mai andata perche’ non sono una fan di quegli animaletti pelosi ma dai tuoi racconti non sembra cosi spaventosa, la mettero’ nella lista dei giri per ilWA .
    Riguardo al resto non posso che dirti brava e inoltre tutta la precarieta’ che percepisci prova a chiamarla davvero liberta’ perche’ sono certissima che qualora dovreste trovarvi a lasciare Perth, potreste facilissimamente trovare impiego in un altra citta’ come Sydney o Melbourne, secondo me nel giro di ore.
    Ci potrei scommettere perche’ l’Australia e’ cosi, devi ribaltare anche i valori e i tempi, non solo la carta geografica, perche’ tutto si svolge a partire da punti diversi e sembra simile solo all’apparenza ma qui e’ un altro mondo, professionalmente parlando e burocraticamente pensando! Siete dentro con uno skilled visa mi sembra di capire quindi siete liberi e fortunati!

    Mi piace

    • Sia i quokka che i canguri alla fine sono degli innoqui toponi 😉
      Sto iniziando ad imparare che se sono serena e mediamente riposata, tutto ciò lo chiamo Libertà, se sono stanca e stressata, tutto diventa Incertezza e Paura.
      Siamo partiti con la PR in tasca proprio per non aver alcun vincolo lavorativo. Io sono più la pallina impazzita del gruppo, G è quello più ponderate…vedremo 😉

      Mi piace

      • Toponi….appunto, quell’isola non mi vedra’ mai e poi mai! Menomale non hai postato foto se no mi veniva un attacco cardiaco e avresti perso una fedele follower, ho una vera fobia e solo la certezza di incontrare tanti serpenti velenosi e ragni dal morso mortale ma non appunto gli altri animali mi ha convinto a partire x il camping tour…’na ammazzata che non ti dico ma siamo sopravvissuti senza incontri ravvicinati di quel tipo/ topo! Bleahhhh

        Mi piace

      • Ah ah, ho rischiato grosso allora 😉 G non è ancora pronto per il camping, 3G con i mille risvegli notturni nemmeno.

        Mi piace

  3. “Stiamo qui (in WA ?) o almemo ci proviamo”. Ma si fate bene a provarci.
    Il WA non é male inoltre Perth sta cercando di migliorare. Una nuova biblioteca ha appena aperto, Elizabeth Quay (anche se non completa), l’ area vicino Perth Town Hall é stata sistemata con un nuovo grattacielo e la ristrutturazione di un edificio già esistente. La lista dei lavori continua con ospedali etc. Da Arch sicuramente lo avrai notato.
    Il fatto inoltre che siete con il PR vi da la possibilità di decidere dove risiedere e lavorare ovunque in Australia.
    Grazie per il benvenuto, Ciao.

    Mi piace

  4. Ciao MammArch! Complimenti per il blog. Mi piacerebbe intervistarti per il programma in italiano di RADIO SBS, per il quale lavoro qui in Australia. Credo che tu possa vedere il mio email, intanto per saperne di più su di noi puoi visitare http://www.sbs.com.au/italian o facebook.com/sbsitalian Grazie e spero a presto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...