parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

Anno 2, si riparte!

3 commenti

Buongiorno a tutti!

Vi scrivo dalla macchina bella carica, partiti in direzione verso sud (che è un po’ l’unica direzione fresca dove andare ;))

Eh si, siamo rientrati da solo 6 giorni e siamo di nuovo in partenza per un week end lungo: martedi 26 gennaio si festeggia l’Australia Day…perché non fare un bel ponte?!!?

Provo a ricapitolare con ordine questa prima settimana appena passata.

Dopo le prime sensazioni di gioia appena entrati in casa domenica pomeriggio, ci siamo occupati di riaprire casa e fare la spesa. La città era calda, abbastanza deserta ed il cielo stranamente nuvoloso.
Per l’ora di cena E, la nostra ragazza alla pari, è tornata a casa, raccontandoci delle sue 3 settimane a zonzo per il Western Australia e la conferma del suo progetto di spostarsi sulla costa est a metà febbraio.

Nonostante lo sapessi già e nonostante l’esigenza di avere un po’ più di intimità a casa, la notizia mi ha abbastanza colpito, perché metà febbraio è dietro l’angolo ed io dovrò a breve trovare una nuova tata ed iniziare a fare i numeri da circo per riuscire a gestire le bimbe ed il mio lavoro.

La notte però è trascorsa abbastanza tranquilla, con qualche risveglio causa jet lag.

image

Il mio amato lago vicino casa

Al mattino E è stata con le bimbe un paio d’ore mentre io vuotavo le valige e sistemavo casa. Poi E è andata a restituire l’auto noleggiata per le vacanze ed io e le bimbe siamo andate in auto a fare il resto della spesa, abbiamo pranzato, pisolino e poi via al parco con l’amichetta del cuore di 2G.

Il lunedi da sola con le bimbe mi è stato molto utile per rendermi conto di essere di nuovo a Perth, cioè dall’altra parte del mondo, noi 4 senza Famiglia vicina. Ci siamo creati una bella rete di amici, ma la sensazione di totale supporto che abbiamo provato in Italia qui non c’è!

Insieme alla consapevolezza è arrivato un po’ di choc culturale, ovviamente diverso da quello dell’anno scorso.

image

Lezioni di Italiano, Storia e Geografia...

Il paragone con la nostra Bella Italia, anche se cerchiamo di non farlo, è nel nostro DNA, soprattutto perché noi stavamo bene in Italia. Eravamo stufi ma la nostra qualità della vita era buona. Certo io avevo deciso di chiudere la partita iva dopo tanti anni di (inutile?) fatica, ma probabilmente un qualche lavoro lo avrei trovato.

image

ed anche un po' di moda 😉

Sono inoltre rimasta colpita dallo choc culturale che ha provato 3G: in vacanza in Italia è cresciuta molto ed una volta tornata Perth era stranita da tutto, come se non ci fosse mai vissuta! Anche al nostro solito parco giochi era sospettosa e mi è parsa stranita dal sentir parlare tutti inglese. Lei che è sempre stata un’ Ariete di segno e di fatto, sta diventando un bimba sensibilona ;).
2G invece, dopo un primo momento di timidezza, è subito corsa ad arrampicarsi come una scimmia con la sua amica I.

Io ho fatto qualche chiacchiera con la sua mamma e amica M. con la quale, insieme all’altra mamma T, abbiamo vissuto contemporaneamente il nostro ritorno a lavoro, dandoci supporto con drop off e pick up a scuola. Ci siamo ritrovate ed è stato bello, anche se ogni tanto ho fatto fatica a capirla ed un po’ di panico mi è salito!!!

La seconda notte è stata per me abbastanza travagliata tra l’agitazione per il ritorno a lavoro, il timore di aver perso la confidenza con l’inglese raggiunta appena prima di natale, l’agitazione di non riuscire a trovare una persona in gamba per le mie bimbe, i ragni ed i pericoli della natura australiana soprattutto nel bungalow prenotato per il week end successivo…mancava solo l’attacco dei marziani!!!

In qualche modo martedì sono arrivata a lavoro alle 8,29 ed ho avuto la bella sorpresa di capire quello che mi dicevano, di essere salutata da molti colleghi che mi chiedevano delle vacanze in Italia, di avere ancora una scrivania, una sedia ed un telefono quasi funzionante, insieme al mio piccolo progetto (un po’ “sola”) che mi aspettava.

Dopo due ore di brain storming ero già in riunione con il mio capo ed il Project Manager per fare il punto sul progetto. Il giorno dopo ero da sola con due consulenti e devo dire che come Architetto che coordina il progetto mi sento proprio nel mio!

Ieri mi è stato invece affidato/rifilato un compito per nulla facile, ovvero riportare vari schizzi di un progetto in 3D con Revit, lavorando con le curve di livello…all’inizio panico liquido, poi chiedendo aiuto ai miei colleghi, provando e riprovando, sono riuscita a galleggiare in modo soddisfacente. Praticamente un corso intensivo di relazioni internazionali, perché riuscire a trovare con ogni collega di diversa nazionalità il modo gusto per farsi aiutare non è facile.

Insomma il rientro in ufficio mi ha soddisfatto, anche se ovviamente mi sono mancate le mie bimbe, perché ho dovuto barattare due settimane di lavoro con orario full time, per il lunedì di ponte…ma si può fare 😉

Nel frattempo 3G ha iniziato il suo breve inserimento al nido ed io sto contattando le possibili nuove Babysitter. Proviamo ad organizzarci con Babysitter esterne e vediamo come va!

Questi 4 giorni di vacanza staremo on un campeggio, noi in un bungalow, i nostri amici in tenda…speriamo sia pulito e senza troppi inquilini zampettanti!!

Per questo 2016 il mio principale obiettivo è stare bene, perché a fine 2015 mi sentivo molto gonfia, con la pelle affaticata ed in Italia in 3 settimane di vacanza sono rinata, perdendo quasi 3 kg (lo dice la bilancia, non il mio cervello!)  senza fare nulla di particolare!  Il principale indiziato è l’acqua che beviamo. Mi sto informando (qui non tutte le bottiglie riportano la composizione dell’acqua) ed ho scoperto che quella in bottiglia ha valori medi di Sodio di 50 mg/l, circa 50 volte in più rispetto alla mia amata Levissima. Quella del rubinetto sembra abbia valori di Sodio pari a 100 mg/l… Altro che ritenzione idrica!!!

Voi che acqua bevete?

Annunci

3 thoughts on “Anno 2, si riparte!

  1. Vedi un altro mito da sfatare e’ che in Australia si faccia vita tranquilla! Voi siete sempre in super movimento pur con il jet leg e noi sembra un paradosso ma da quando ci siamo trasferiti ad Adelaide che non ti sto a dire quanti commenti piu’ negativi che positivi abbiamo ricevuto, siamo sempre in movimento e di corsa forse anche per beccare i negozi aperti!
    Uno dei commenti che mi avevano fatto quando a Sydney avevo detto che ci saremmo spostati ad Adelaide e’ che qui l’acqua e’ cattiva, durissima e imbevibile. Fino a pochi giorni fa bevevo acqua di una fonte naturale che c’e’ qui in SA ma da quando siamo in casa nuova beviamo l’acqua filtrata del rubinetto perche’ ero stufa di avere sempre il campo invaso dai cartoni dell’acqua.
    Ancora non ho capito se mi piace o meno ma adesso mi informero’ su quello che hai scritto, anche se qui c’e’ chi beve acqua piovana filtrata, e soprattutto tanta birra!! Buon Australia day ciao

    Mi piace

    • Forse è per quello che non sono preoccupati dell’acqua che bevono…ne bevono troppo poca!!!
      Secondo me esistono luoghi per ogni fase della propria vita. Basta vedere quando si fa un viaggio, in base al mood in cui sei può essere un’esperienza indimenticabile o così così.
      Sto imparando a prendere il meglio da ogni momento e fregarmene dei commenti 😉
      Fammi sapere cosa scopri. Tu cosa usi per filtrare? Noi il filtro della brita da rubinetto, che toglie il cloro ma non il sodio.

      Mi piace

  2. Hai ragione, ogni luogo e’ legato al momento della vita….oddio un tempo Adelaide era famosa per i pensionati che si ritiravano qui ma adesso sta cambiando e poi pure Miami era famosa per questo e guarda adesso! Cerco di convincermi …per l’acqua ci siamo fatti installare un filtro collegato al rubinetto che dicono vada cambiato piu’ o meno ogni sei mesi. Non ho idea di cosa filtri, probabilmente solo il cloro ma io in questo momento mi sono fissata con l’acqua di cocco, ne bevo litri convinta abbia proprieta’ miracolose e poi e’ buona ma devo capire meglio anch’io cosa c’e’ in questa acqua adelaidiana. Nonci avevo mai pensato alla faccenda dell’acqua da bere, fino ad ora ero solo certa di una cosa: l’acqua in SA e’ carissima. Una bottiglietta di acqua naturale la paghi anche 3 dollari….no dico 3 dollari per mezzo litro d’acqua e’ folle, welcome to SA!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...