parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

In una bolla!

11 commenti

Eccoci in volo per Melbourne, a goderci un meritato weekend lungo di coppia. Praticamente un weekend fuori porta per chi vive a Perth perché sono “solo” 3,5 h di volo e 2 h di fusorario!!! Una volta che lo fai poi diventa normale ed infatti sto già pensando di fare un “saltino” a Sydney.

Però facciamo un passo indietro e torniamo alla mia confusione che ha origine da mille diversi versanti e che mi porta alla consapevolezza che faccio tanto la super viaggiatrice multiculturale ma in fondo in fondo sono veramente conservatrice e “vecchia dentro”!!!

O forse sono solo troppo sensibile…

– mi sento stordita ed anche un po’ apolide

– Perth spesso mi sembra una realtà assolutamente finta e mi aspetto che Topolino e Paperino spuntino fuori da un momento all’altro

– gli abitanti di Perth sono quasi sempre sereni e tranquilli perché sono pochi e la qualità della vita è molto elevata. Capisco meglio il pensiero di un conoscente che dopo 6 anni a Perth si è trasferito con la famiglia ed i figli quasi adolescenti per farli “scontrare” con una realtà più vera

– a Perth stanno costruendo come matti perché vogliono trasformare una cittadina in una metropoli. Peccato che non si rendano conto che ciò che la rende speciale è proprio il fatto di essere una cittadina immersa nel verde e che si affaccia sull’Oceano Indiano. Io da bravo architetto progettista faccio parte dello schema e cerco di fare del mio meglio. Spesso non sono proprio contenta di ciò…

– le mie figlie sono felici e contente, spesso contano in inglese e dicono “Auch” invece di “Ahia” e la cosa un po’ mi turba! Per fortuna con i versi degli animali non mollo ed il cane fa sempre “bau bau” ed il gallo “chicchirichi”

– l’aeroporto di Perth, tranquillo, rilassato, pulitissimo mi sembrava sempre parte di Disneyland, così come l’aereo low-cost della Virgin che non sembrava affatto low-cost! Tra le altre cose abbiamo fatto il web check-in e ci siamo imbarcati senza mostrare alcun documento di identità

– le notizie sull’Europa che si leggono da lontano, specialmente in tema immigrati, sembrano sempre più catastrofiche della realtà…vero? Ditemi che è vero, please!

– queste tre settimane con i nonni full-time mi hanno fatto sentire molto la mancanza della mia routine a modalità “patella” con le mie bimbe

– tra pochi giorni i miei genitori rientreranno in Italia e non li vedrò più fino a Natale

Il risultato è che pesso ho la sensazione di vivere in una bolla e che tutto ciò sia solo una realtà parallela…ho bisogno di un weekend di relax, shopping (spero) e di qualche sana birretta!!!

Buon week end a tutti 😉

Annunci

11 thoughts on “In una bolla!

  1. Buon weekend anche a te, anzi a Voi! Spero che il Melbourne weather Vi tratta bene e spero anche che anche in quelle poche ore che passerete nella mia città troverete qualcosa che Vi piaccia.

    Mi piace

  2. Buon we! Salutami Melbourne :*

    Mi piace

  3. Spesso anche io ho la stessa sensazione, mi sembra che la mia vita qui in Australia sia una parentesi, e la realtà vera sia quando torno in Italia… Che strane sensazioni…

    Mi piace

  4. Non sai quanto capisco quello che hai scritto sulla sensazione di bolla. Noi siamo arrivati a Brisbane 4 anni fa e in teoria dovevamo restare a vivere la’ ma io proprio per le stesse sensazioni di cui parli tu, ho preferito proseguire, esplorare e poi scegliere Sydney prima e adesso Adelaide che niente ha della bolla, anzi in confronto alle altre e’ la citta’ piu’ sgangherata del continente!
    Leggere le notizie da lontano anche a me crea una certa ansia e cerco sempre conferma del fatto che poi in realta’ tutto e’meno tragico di come sembra ma lo dovremmo sapere, siamo ancora italiane in fondo, mica siamo vissute nella bolla prima di venire qui!
    Non sono ancora stata a Perth ma so dai racconti di conoscenti che in effetti e’unarealta’molto piccola e limitata malgrado le dimensioni e l’apparenza di grande citta’ma questo forse vale un po’ per tutte le citta’ australiane se le si confronta con Kondra, New york o Parigi.
    In ogni caso secondo me le tue sensazioni sono molto sane e anzi mi chiedevo come potevi aver fatto dei cambiamenti tanto radicali in cosi breve tempo senza risentire dello schock culturale che e’ inevitabile, l’ Australia non e’ America, di certo neanche tanto Europa, l’Australia e’ Australia, downunder!
    Have a fantastic weekend!

    Mi piace

  5. Io vivo da tutt’altra parte, in una realtà molto diversa dall’Australia, ma vivere in un compound mi da la sensazione di vivere in una bolla dove tutto è bello e perfetto. Peccato che fuori da qui nulla è perfetto e poche cose sono veramente belle.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...