parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

Ferragosto

12 commenti

Ferragosto agli antipodi ci ha regalato un anticipo di estate inaspettato: 25 gradi all’ora di pranzo che ci siamo goduti in spiaggia con i piedi a mollo nell’oceano!

Il resto della settimana non è stata però delle più rilassanti con G ed i nonni super raffreddati con tosse e febbricitanti grazie ai bacilli raccolti da 3G al nido, detta anche “l’untrice“.
Il tempo è stato abbastanza freddo con piogge frequenti.
In casa al mattino abbiamo raggiunto i 17 gradi ed io che mi pregustavo una settimana molto più semplice del solito con frequenti uscite a cena a due o con amici, mi sono ritrovata travolta dalla routine della famiglia allargata!!

A tutto ciò si è aggiunta l’agitazione dei nonni per la partenza col camper, la decisione dell’itinerario, cosa portarsi dietro, dove parcheggiarlo sotto casa la sera prima della partenza etc etc etc…

Al fin nonno, nonna e 2G sono partiti per un weekend lungo. Il sole gli sta facendo compagnia e si stanno divertendo molto. Domani saranno di ritorno.

Io e G eravamo pronti per un bel weekend di relax da soli con la piccolina, ma ecco che venerdì 3G ha pescato al nido una bella gastroenterite, mattina al Gaslini locale per un controllo dato che ormai vomitava acqua.
Ieri però un bel saltino a vedere l’oceano non ce lo siamo fatto scappare 😉

Pomeriggio G è stato all’Ikea a comprare il nuovo letto per le bimbe in previsione dell’arrivo della nuova ragazza alla pari a metà settembre e di mio fratello a fine settembre.
La casa tornerà di nuovo ad essere una specie di accampamento, con 3G che dormirà col suo lettino in camera nostra, la au pair in camera degli ospiti e 2G e lo zio in camera delle bimbe o forse il contrario, ancora non sappiamo!!!

Per non farci mancare nulla, ci siamo messi anche alla ricerca di una casa da comprare…perché quando arriva l’inverno, piove, fa freddo (un po’ ma non troppo) ed a Perth non c’è granché da fare se non andare al mare, tu che sei soprannominata Ciclotrone (anche se questa volta la colpa è tutta di G)…cosa fai? Ti metti a cercare casa ed i weekend ti “diverti” ad andare alle inspection!!!

Faccio un passo indietro. Tutto è nato con una battuta di G il giorno in cui non è riuscito a comprare la nuova auto (sempre usata a km quasi zero): “beh, visto che non cambiamo auto, potremmo comprare casa”!
Poi ovviamente il weekend successivo ha cambiato auto e devo ammettere che avere 7 posti (5 normali + 2 dietro piccolini) è molto utile per le scampagnate di gruppi con i nonni o per i recuperi a scuola delle amichette di 2G, ma ormai avevamo aperto il tema casa e non ci siamo più fermati.

La realtà è che qui a Perth gli affitti costano una marea di soldi ed il costo delle case è da sempre in aumento. Quest’anno c’è stato un piccolo rallentamento/diminuzione dei prezzi e quindi l’idea di comprare casa non è affatto stupida.
Inoltre qui i contratti d’affitto sono di solito da 12 mesi e spesso il proprietario non rinnova il contratto allo stesso inquilino perché la casa gli serve o banalmente trova qualcuno che gli paga un affitto più alto. Morale molti nostri amici ogni anno traslocano

Il nostro obiettivo è idealmente quello di rimanere in Australia almeno altri 4 anni per poter ottenere la cittadinanza e fare questo grande regalo alle nostre bimbe e quindi l’idea di comprare casa risulta economicamente e psicologicamente convincente.

Peccato che G sia il solito ingegnere che pondera e valuta, quindi come ogni volta è accaduto in tutti i nostri spostamenti in Italia e nella ricerca di casa in affitto a Perth, si parte da una zona di ricerca con un raggio di 50 km per poi tornare al punto di partenza. Processo che abbiamo fatto in questo mese e mezzo passato, di cui vi enuncio solo il risultato 😉

Premesse:

– un architetto ed un ingegnere che cercano casa sono davvero i più rompiscatole del mondo, perché tra orientamento della casa, qualità dei muri e degli infissi, bellezza delle finiture, vicinanza al luogo di lavoro, silenzio della zona, vicinanza alla scuola e livello della scuola ed altro ancora, si potrebbe fare un foglio excel infinito!!!

– MA ha il pollice nero e G ha schifo anche delle mosche. La casa con giardino non fa quindi per noi.

– MA non ama stare in casa ma preferisce stare all’aperto, meglio se davanti ad un buon caffè. La casa deve perciò essere luminoso e con la vista del mondo oltre le quattro mura!

– MA ha molto sonno arretrato e G non dorme mai abbastanza, quindi stare troppo lontani dal centro risulterebbe assai controproducente

Conseguenze:

– la casa, ovvero la villetta, perché qui come soluzioni residenziali ci sono un po’ di appartamenti ma spesso piccoli senza divisione zona giorno e zona notte (io sto cercando di portare “grandi” innovazioni progettuali in questa città proponendo appartamenti con suddetta separazione ;)) e poi per il resto sono tutte villette, deve essere su due piani, con zona giorno sotto e tutte le camere sopra, perché MA non ha voglia di doversi fare le scale di notte per andare dalle sue amabili figlie urlanti e si sente più sicura a dormire al primo piano. Inoltre non amando stare in casa ed essendo le villette tutte molto vicine le une alle altre, almeno al primo piano può vedere un po’ di cielo ed alberi!

– deve avere un piccolo “al fresco” , cioè una zona esterna coperta dove mettere il tavolo con il tipico barbecue australiano e davanti avere un metro e mezzo di giardinetto con erba che mi giustifichi il fatto di stare al piano terra (ma non troppo perché il giardino con me muore sicuro)
Perché la verità per me è una sola: la villetta non mi convince proprio.
Secondo me o ti fai una villa con giardino di quelle serie o altrimenti l’appartamento ad un piano alto con terrazzo è molto meglio. Purtroppo però qui a Perth quello che vale è la terra e non le costruzioni che sono abbastanza di cartapesta, quindi ahimè vada per la villetta!!!
In questo momento sono innamorata degli alberi di limoni in una momento di crisi da mancanza di Sicilia, giuro però che se mi viene anche il pollice verde oltre che la passione per la cucina, inizio davvero a preoccuparmi!

– deve essere in una zona non troppo distante dal centro perché a svegliarci prima delle 6,30 del mattino non ce la possiamo fare

– casa il più moderna possibile perché le cosidette “Character house” ricche di animaletti vari non fanno per noi

– orientamento della casa a Nord-Est perché qui il sole è davvero fortissimo ed essendo noi sulla costa ovest, ogni giorno ti godi uno splendido tramonto ma anche un caldo che al pomeriggio non finisce piuuuuuuuuuu’

Risultato:

– secondo me non troveremo mai una casa con tutte queste caratteristiche che rientri nel nostro budget, ma tentar non nuoce 😉

– comprare casa dopo solo 7 mesi e prima del primo rientro per le vacanze di Natale in Italia a mio parere è un po’ rischioso…e se poi G mi si incatena agli impianti da sci e non vuole più tornare quaggiù? Doppio mah!!!

Intanto la nottata si preannuncia tosta perché 3G ha mal di pancia e domani si ricomincia di slancio!

Buon ferragosto a tutti!

Ps: a Perth l’acquisto di una casa non è una scelta “definitiva” come in Italia, ma è una casa assolutamente normale ed a tempo determinato, tanto che in media qui le case vengono rivendute ogni 2/3 anni 😉

Annunci

12 thoughts on “Ferragosto

  1. Ti stavo giusto per scrivere quello che hai scritto tu nel PS. Comprare casa in Australia nonv uol dire comprare per sempre e quindi si può rischiare di prendere qualcosa che non sia perfetto… Detto questo, ti sarai accorta che la qualità delle case, infissi e quant’altro qui non è sempre il massimo e le case (almeno a Sydney) restano sul mercato davvero pochissimo… Quindi se stai a pensarci troppo, ora che ti decidi quella è già stata comprata! Insomma, tutto questo per dire che trovare la casa perfetta qui è davvero davvero difficile! In bocca al lupo!

    Mi piace

    • E io che speravo che a Sydney la situazione fosse un po’ meglio…sigh, sob!!! Il problema è che il costo è davvero elevatissimo in proporzione alla bassa qualità.
      Sono convinta che quando arriverà la casa giusta non avremo più dubbi e faremo subito la nostra offerta. Nel frattempo via di inspections 😉

      Liked by 1 persona

      • Meglio??? La situazione a Sydney è forse anche peggio, nel senso che il mercato è attivissimo, perciò le case restano in vendita in media una sola settimana!

        Mi piace

      • Speravo meglio come qualità. Ho appena visto una townhouse con piccola corte interna…boh, sono sempre più scettica!!!

        Mi piace

      • Dipende sempre tutto dalla qualità… Diciamo che qui paghi comunque tanto anche lo schifo… Ma più paghi e più la qualità sale. Diciamo che a Sydney, a meno che tu non sia milionario, ti devi comunque rassegnare a ore di commute o a qualità così così

        Mi piace

      • Sto ancora aspettando di vincere al lotto!!! Qui il mercato al momento è molto calmo e spesso le case rimangono invendute per più di un mese. Colpa della “crisi” del mining e di molte persone che hanno di conseguenza lasciato l’Australia. Si prevede una ripresa dal 2016, motivo per cui vorremmo approfittare del momento, anche se cercare casa tra lavoro e bimbe è davvero impegnativo…chissà!

        Liked by 1 persona

  2. Il mio commento potrebbe riassumersi in Idem!
    Anche noi avevamo fatto tutte le tue stesse considerazioni, vagliando tutte le possibilita’ dalla terra su cui costruire fino alla casa nuova su due piani con camere sopra, pochissimo giardino, zona ” al fresco” ecc…
    Poi in 24 ore abbiamo comprato una casa a un piano, poco spazio fuori ma abbiamo privilegiato la location. Abbiamo iniziato a ristrutturare perche’ finalmente posso avere il bidet e i bagni con mattonelle non color cacao che proprio non si puo’ vedere! Inoltre la casa e’ super solida in pietra e doppi mattoni e poiche’ le case moderne, nuove che piacevano a noi costavano quanto un attico a Montecarlo con vista mare, ci siamo ridimensionati ma non gliela potevo proprio fare a non intervenire e cosi gia’ che ci siamo di qui e gia’ che i siamo di la’ siamo finiti a rifare quasi tutto ma malgrado quello che si pensa per quanto mi riguarda non ne voglio piu’ sapere di affitti e traslochi almeno per i prossimi 5 anni quindi credo che ne sia valsa la pena. E poi lo stamp duty va pur sempre ammortizzato.
    Good luck and keep us posted.

    Mi piace

    • Ah ah, grande! Grazie del tuo commento e w il bidet, forever!!! Chissà magari finiremo in una character house con poco character ma piena di buchi, scarrafoni e ragnetti, forno d’estate e freezer di inverno, però proprio davanti alla scuola e difianco al mio ufficio….mai dire mai 😉

      Mi piace

  3. Io resisto da più di 10 anni senza bidet 🙂 Non si usa neanche qui…e ormai mi sono abituata…i miei ospiti italiani un po’ di meno :-). Anche io volevo la casa a due piani ed ora invece sono contentissima di averne comprata una ad un solo piano, anche per la sicurezza. Cioè dovesse succedere qualcosa o dovesse qualche persona indesiderata entrare in casa di notte o quando anche io sono lì allora faccio presto a saltare dalla finestra e scappare 🙂 Dal primo piano è un po’ più pericoloso!
    Comunque in bocca al lupo!

    Mi piace

  4. Anche noi dovremmo cambiare casa, e non é affatto facile…
    Se ti va di partecipare, ti ho nominato per il Liebster Award https://disorientata.wordpress.com/2015/08/20/liebster-award/ 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...