parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

Vaccinazioni in Australia ed inserimento al nido

4 commenti

Le vaccinazioni in Australia sono analoghe a quelle italiane, cambiano solo un po’ il numero delle dosi ed il calendario vaccinale.
Prima di partire mi ero informata sulla situazione ed avevo anticipato il richiamo dei 6 anni di MPR più quadrivalente di 2G, perché in Australia si fa intorno ai 3,5/4 anni, ovvero prima che i bimbi inizino il Kindy, la nostra scuola materna.
3G era a posto, a parte il vaccino dello pneumococco che le ho fatto solo prima di partire, in modo che fosse una sola dose, dato che in Italia non frequentava il nido. Rimaneva aperta la questione varicella, vaccino non fondamentale se non fosse che G non ha l’ha mai fatta…e vi potete immaginare un uomo, ingegnere, con la varicella e la sua mamma distante??? Un massacro, quello però che avrei fatto io di lui!!!

Ieri era l’ultimo giorno di inserimento di 3G al nido, cosa che qui è molto easy: 4 giornate in 2 settimane in cui gradualmente la mamma va in classe col bimbo e gioca con lui, poi se tutto va bene la prima volta si allontana 10 minuti, la seconda mezzoretta, la terza un’oretta e la quarta un po di più. Stando sempre all’interno della struttura, specifica la maestra. Si perché qui le mamme sono molto easy, ti giri e ti volti e magari sono a far la spesa o una corsetta.

3G, di segno Ariete e grande donna di mondo, è molto serena, adora gli scivoli e si è subito trovata a suo agio fin dal primo giorno. Al secondo incontro le hanno offerto la merenda e l’amore è aumentato, al terzo che doveva essere ieri era già pronta a dirmi “bye bye”, se non che la maestra mi becca sulla porta e mi dice: “c’è un’epidemia di varicella e forse pure morbillo, dato che sei ancora in tempo, ti consiglio di prendere la via dei boschi ;)”

Io che già mi prospettavo la mia oretta di relax in cui fare telefonate e guardare annunci di lavoro, mi son trovata in ben altra situazione, con G ovviamente in riunione per la legge di Murphy e la direttrice del nido che voleva che 2G iniziasse lo stesso e minimizzava.

Alla fine ho telefonato al centro vaccinale che mi ha detto “venga con tutti i registri dei vaccini”. La’ abbiamo fatto la conversione e l’infermiera si è mostrata in gamba e preparata. Io volevo fare solo il vaccino della varicella per stare tranquilla e non caricare troppo 3G dato che fa caldo e siamo qui solo da un mese, però l’infermiera mi ha caldamente consigliato di fare anche richiamo di MPR perché hanno avuto casi di morbillo ed in tutta l’Australia è stato anticipato il richiamo dai 4 anni ai 18 mesi.
3G dovrebbe fare anche una quarta dose di Emophilus B (in Italia se ne fanno solo 3 con esavalente), ma ci penserò più avanti. 2G invece è a posto.

Tutte le loro vaccinazioni sono state registrate su un portale online, in modo che sia la scuola che il governo abbiano il quadro completo.
In Australia le vaccinazioni non sono obbligatorie, ma se vuoi accedere agli incentivi statali per il nido e per tutti i servizi di assistenza per ragazzi fino ai 16 anni, devi essere in ordine con le vaccinazioni.
Da un lato è un po’un ricatto, dall’altra però se vuoi avere il contributo dello stato trovo giusto attenersi ad un programma di prevenzione statale.

Morale 3G ha fatto il richiamo, per ora sta bene…la sottoscritta dopo un’ora di conversazione in inglese con l’infermiera su tematiche importanti per cercare di capire cos’era il meglio per mia figlia ed il classico timore per possibili reazioni non gradevoli, iera sera era un filo demolita!!!

Ed avrei tanto voluto avere nel taschino la mia amica A. eletta mia medico di famiglia e pediatra in seconda (sua sorella è il pediatra ufficiale) 😉

Annunci

4 thoughts on “Vaccinazioni in Australia ed inserimento al nido

  1. Quello che mi stupisce e che mi fa capire quanto l’Australia sia diversa dalla Svezia è che tu, dopo appena un mese laggiù, abbia così tante amiche/ci, io dopo 10 anni e più in Svezia non ho neanche la metà di quelle che hai tu…mah sarà la Svezia o sarò io? 🙂 Forse sto un po’ troppo in bosco 🙂

    Mi piace

    • Beh intanto premetto che nella categoria “amiche” ci sono tante sfumature. Conosco queste donne da circa un mese per cui non sono proprio amiche d’infanzia ;). Sicuramente il fatto che molti in Australia siano immigrati e che l’Australia sia lontano da tutto, favorisce le relazioni, specialmente tra italiani. La mamma australiana che frequento ha il marito che fa il FIFO (flying in, flying out) in cantiere e quindi è quasi sempre da sola. A Genova sono poi nate delle amicizie vere e profonde, spero che sarà così anche qui 😉

      Mi piace

  2. Ciao!Siamo una coppia con due bimbe di 1 e 3 anni e programmiamo di trasferirci nel Queensland.Loro per ora non sono vaccinate e sto cercando di capire come funziona lì…verrebbero accettate all’asilo/materna ma non avremmo sussidi o non verrebbero proprio accettate?Ti ringrazio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...