parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

Fenomenologia della casa a Perth

9 commenti

Premetto che sono un Arch con esperienza in cantiere e che quindi ho proprio l’occhio abituato a beccare le magagne…ma qui ne ho viste davvero di strane, anche se mai come in Venezuela o Portogallo!!!

Comunque dopo aver visitato almeno 20 immobili in 8 giorni, questa la mia analisi ironica delle case in affitto a Perth:

1) Tipologia “Townhouse“, ovvero la villetta unifamiliare su 2 livelli con giardino, da me soprannominata “la prigione”!
Eh si perché col passare degli anni il giardino è sparito (qui demoliscono e ricostruiscono alla velocità della luce), è rimasto solo un cortiletto interno incastonato tra altre Townhouses, delimitato da “ariosi” pannelli metallici.
La zona giorno e cucina sono al piano terra, “aperti”  verso il courtyard da reclusi e per il resto con finestre a nastro (orizzontali) ad almeno 180 cm da terra, in modo da non vedere il muro del vicino ma solo il cielo azzurro. A me veniva voglia di scalare il muro per affacciarmi alla finestra tipo cane in gabbia!!! Al primo piano invece le camere sono molto più ariose perché con un minimo di vista anche se verso le case circostanti. Ecco forse avrei invertito i piani visto che di notte si dorme soltanto e pure poco grazie a 3G spesso urlante 😉

2) Tipologia “House“: quelle a noi accessibili, ovvero fino ad 800 dollaroni alla settimana, tetto massimo che ci siamo posti onde evitare di fare fuori tutti i risparmi nell’affitto, sono assai vecchiotte. Le chiamano “character house“, ma purtroppo su di me tutto quel legno un po’ tarlato, gli infissi con gli spifferi ed il giardinetto non hanno un grande appeal, anzi. Le Houses moderne costruite da poco sono ville spettacolari da rivista di architettura con prezzi superiori ai 1000 dollari per settimana. Diciamo che spero tanto di poterne seguire almeno il cantiere prima o poi 😉

3) Tipologia “Apartment“: ce ne sono di varie misure e qualità. Sono tagliati bene sfruttando ogni singolo spazio. Molto asciutti, nella maggior parte di quelli che ho visto non ci sarebbe stata metà delle cose che abbiamo nel container (container? Quale container??? Seguirà post ad hoc se mai partirà da genova, sigh sob!) e dire che noi abbiamo spedito davvero poche cose rispetto ad una famiglia media italiana con 2 figlie piccole.

Come fanno gli australiani a stare in case così asciutte? Semplice, basta vivere in Australia per un po’ e ti adegui subito perché:
– non puoi appendere nemmeno un chiodo, quindi tutti i quadri, quadretti, stampe e cosine varie te le scordi
– idem vale per le mensole, e via che tanti libri e soprammobili non sai più dove metterli
– se c’è la moquette, stai bene attento a non lasciare i segni dei mobili. Ecco che in camera da letto metterai giusto un letto e due comodini, anche perché non ci sta molto di più…e così via!
Ecco perché GumTree (praticamente l’e-bay locale) è molto in voga: appena qualcosa non è più fondamentale cerchi subito di venderlo.

Ci sono però anche fattori positivi:

Le case sono quasi tutte non arredate, ma nel “unfurnished” sono inclusi:
– cucina (tutte molto grandi e piacevoli)
– forno e microonde
– lavapiatti
– asciugatrice
– armadi a muro nelle camere da letto
Hanno quasi tutte 1 o 2 posti auto
Vengono consegnate pulite da un’azienda prifessionista, tende incluse

Che dire, durante la ricerca casa mi sono resa conto che la nostra mentalità è ancora molto diversa da quella australiana. Per noi la casa è un elemento fondamentale della nostra famiglia e deve avere certe caratteristiche, prime tra tutti essere luminosa ed ariosa. Gli Aussie si svegliano all’alba (tra le 5 e le 5,30 am) e vanno subito a fare attività all’aria aperta. Escono dal lavoro alle 4,30-5,00 pm e di nuovo stanno fuori casa preferibilmente a farsi un barbecue. Alle 19 viene buio e per le 22 sono a nanna, quindi forse non gli interessa molto se la casa non è luminosa, ma è fondamentale avere quel minuscolo court yard dove grigliare.

Chissà forse tra un anno anche noi avremo cambiato abitudini e gusti.

Intanto teniamo ancora le dita incrociate per la casetta prescelta: un bel appartamento luminoso al primo piano con ampio salotto in parquet, 3 camere degne di questo nome tutte con aria condizionata e riscaldamento (con gli split ma vabbe’), finestre che si aprono completamente con utili zanzariere, 2 bagni più lavanderia…

INSHALLA’!!!! 😉

Annunci

9 thoughts on “Fenomenologia della casa a Perth

  1. Evviva l’appartamento luminoso! Non ti resta poi che adeguarti alle abitudini australiane!

    Mi piace

  2. Io giro spesso nei vari siti a dare un’occhiata alle case e devo dire che quelle finestre fanno impressione anche a me, ma che senso hanno? Mi ricordano le finestre a vasistas dei box. E la moquette ovunque….

    Mi piace

    • Allora non sono solo io, evviva! Ammetto che mentre scrivevo il post mi sentivo un po’ la solita rompiscatole ;). Sul tema finiture ormai ho l’occhio esperto: se moquette spessa dappertutto e cucina marrone la casa è un po vecchiotta, se moquette sottile andiamo meglio, quelle più nuove hanno parquet in zona giorno e moquette nelle camere, con alcune varianti un po ospedaliere con pistrelle ovunque. Cucine e bagni sono invece quasi sempre molto piacevoli! Notizie del vostro visto?

      Liked by 1 persona

  3. Il nostro visto non so dove possa essere finito, il MA ci aveva detto che avremmo avuto risposte dagli enti subito dopo Natale ed ora è introvabile. Se continua così stavamo quasi pensando di mollarlo e finire da soli, perchè mi sembra di perdere tantissimo tempo. Voi avete fatto tutto da soli, vero?

    Mi piace

    • Oh mi dispiace. Si, noi abbiamo fatto da soli. State aspettando gli Assessment? Nel nostro caso alcune lettere di richiesta di chiarimenti da parte loro sono andate perse. Prova a vedere sui siti se c’è un indirizzo mail a cui chiedere notizie. Se molli MA credo tu debba comunicarlo altrimenti rimane lui il referente. In bocca al lupo

      Mi piace

  4. Mio marito gli ha mandato una mail con un velato ultimatum. Si, stiamo aspettando gli Assesment, speriamo che almeno vadano bene, anche perchè io non l’ho neppure fatto da architetto ma da architectural draftsperson nell’ottica di risparmiare tempo. Noi avevamo paura di metterci una vita a fare da soli, invece probabilmente avremmo fatto prima e risparmiato pure dei soldi.

    Mi piace

    • Capisco. Valuta se non mandare direttamente la mail agli enti per avere tu notizie in diretta. Mi è stato riferito che con i MA si rischia di metterci più tempo perché hanno varie pratiche in contemporanea. Vedrai cnque che arriverà, non perdere la fiducia 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...