parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

Ricerca casa in Australia, ovvero oggi ho toccato il fondo!

4 commenti

La ricerca casa in Australia è un simpatico passatempo della pausa pranzo. Peccato che qui in pausa pranzo ci siano tra i 33 ed i 38 gradi e girare in auto per i suburb, trovare il posto, salire e scendere con le mie bimbe accaldate e stanche non è proprio semplice.
Avevo attuato la tecnica “pittbull” che però vale solo per gli appartamenti che non vuole nessuno. Per quelli fighi in zone chic non c’è modo di vederli se non durante le “open house”. Questa cosa l’avevo già subodorata ieri, quando l’agente mi ha chiamato alle 8,30 per dirmi che l’appuntamento delle 9,30 era annullato per cause misteriose. Sarei potuta andare alle 14,30 di ieri, ma con 38 gradi non mi è sembrato intelligente. Ci siamo date appuntamento per oggi alle 9 e la segretaria mi ha chiamato alle 8,45 per dirmi che non potevano farmi vedere gli immobili. Io ovviamente ero già in macchina, dopo aver ampiamente discusso con 2G che non voleva venire e pulito una cacca enorme di 3G al volo proprio prima di scapicollarci fuori (le gioie di essere madre!!!)
In quel momento ero quasi con le lacrime agli occhi, perché ovviamente era la zona che ci avevano super consigliato, gli appartamenti/town houses (su due livelli con giardinetto) erano nuovi o quasi ed il rischio che qualcuno della visita di ieri li affittasse era elevato. Prima mi incazzo via telefono alla guida con vivavoce, in inglese e bimbe petulanti dietro, con lei che mi dice che è dalle 8 che mi chiama per avvisarmi (balle!), poi chiedo coordinate precise per l’appartamento ed entro in modalità stalker. Prima studiamo il quartiere ed il parco giochi, bagnato dal diluvio di questa notte con tuoni spaventosi, ed il coro di “maaaammmmaaa, ma è bagnatoooo, non mi piace!”, poi affrontiamo l’appartamento e mentre sto per citofonare becco un signore con le chiavi che è proprio il padrone di casa. Inizio a raccontare che siamo appena arrivati, fa caldo, la scuola bla bla bla ed ottengo di salire a vedere l’appartamento!!! Molto carino ma non è “lui”, qualcosa non mi convince ed è il quartiere: troppo lontano da tutto, troppo quieto, troppo high class: si trova a Churchland vicino al quartiere chic di Floreat, vicino alla migliore scuola di Perth, dove vanno tutti gli expat ben retribuiti, tutto “troppo” per me. Non che voglia la baraccopoli, ma un’atmosfera più easy and friendly.

A quel punto riprendo la mia Bernie ed andiamo a vedere la scuola di XXX, un quartiere vicino al centro, dove sabato scorso abbiamo visto un appartamento carino, con un sano corridoio che divide zona giorno e notte, un bel salotto grande, il primo in cui ho pensato: “qui ci starei!“.

Fatico a trovare la scuola ma è una bella scoperta: edifici carini, tanto verde, un nuovo playground in via di costruzione, una segretaria sorridente e tante foto di bimbi appesi. La scuola ha buoni risultati, le mamme e le maestre avevano visi simpatici, mi ha fatto proprio una bella impressione.

Poco fa ho quindi mandato una mail all’agente di questo appartamento con l’offerta per l’affitto. Lui dovrebbe parlare con i proprietari e se va bene compileremo tutta l’application form.
L’appartamento ha il neo di avere una terrazza senza tenda e di essere all’angolo con una via “trafficata” e con l’ospedale, unico motivo per cui è ancora sul mercato.

L’obiezione di chi è da più tempo a Perth è che non abbia senso stare in un appartamento. Io invece per il primo anno mi sento più sicura, poi vedremo 😉

Annunci

4 thoughts on “Ricerca casa in Australia, ovvero oggi ho toccato il fondo!

  1. Vai che ce la fate!!! 💪 una curiosità .. Come mai sconsigliano l’appartamento?

    Un abbraccio

    Mi piace

    • Perché il bello dell’Australia è vivere all’aria aperta e fare tanti bbq. Io sinceramente preferisco uscire quando ho voglia di natura e stare senza troppo visite di bestie varie quando sono in casa 😉

      Mi piace

  2. Accidenti, filate come treni! La tua scelta mi sembra ottima, anche per me sarebbe molto importante l’intorno, scuola, parchi e co.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...