parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

ABC del Container

2 commenti

Nella mia carriera di viaggiatrice ho sperimentato alcuni traslochi, il primo in Erasmus a Lisbona (in cui ho affinato l’arte del sovrappeso in aereo), i successivi in giro per l’Italia prima senza e poi con figlie (sperimentando la crisi di abbandono di mia figlia maggiore), tutti rigorosamente con inscatolamento home made, ovvero fatto da me! Il marito si occupava principalmente del “camallamento” scatole.

 

Una delle soddisfazioni più grandi è stato infilare il mio amato scooter su un camioncino insieme a tutti gli scatoloni 😉

 

Dopo l’ultimo trasloco ho dichiarato: “il prossimo obblighiamoci a farlo con una ditta di traslochi”, ma ancora non avevo idea che sarebbe stato con il container ed intercontinentale! La cosa mi esalta assai, con ovvi momenti di scoraggiamento, e da brava donna iperattiva sono già partita con i miei super elenchi su excel.

LaCasaPiuGrandeDelMondo

 

Oggi con il marito ingegnere abbiamo guardato i preventivi e definito un piano d’attacco.

 

Ecco il mio ABC del Container:

LCL = container condiviso o groupage, conviene se non hai tante scatole, fino ad un max di 10 mc, perché i costi di movimento in porto (THC) sono molto più alti che con il container privato

 

FCL = container intero tutto per te. Il più piccolo disponibile è da 20′. Conviene dai 10 mc in su, perché il noleggio di tutto il container è molto costoso

 

Costi: dai conti che ha fatto il marito ne risulta che:

1) Il nolo del container privato FCL + spese di movimento in porto (che sono fisse) = 5000 euro

 

2) 1 mc di scatole spediti col container privato FCL = 121 euro / mc

 

3) 1 mc di scatole spedite col container condiviso LCL = 553 euro / mc (incluso il costo a mc delle spese THC)

 

Il nostro obiettivo è partire snelli, spedendo al massimo 8 mc di scatole in modalità LCL, in modo da spendere tanto ma non una cifra scioccante e soprattutto di “risparmiare” i 5000 euro di noleggio del container dedicato.

Questa scelta prevede una serie di mini traslochi nelle varie case dei nostri genitori, prediligendo la casa di montagna che sarà la nostra nuova base in montagna: da super sciatori quali siamo, credo che dopo 12 mesi avremo un solo grande desiderio…vedere la NEVE!!!

 

Vi tornano i conti dell’ingegnere? Avete dritte da consigliarmi?

Grazie 😉

 

ps: sono sempre alla ricerca di libri per bambini che trattino l’argomento trasloco, cambio di ambiente e lontananza dagli affetti.

Per ora ho trovato i seguenti per la fascia d’età 4-5 anni:

– Amicizia e lontananza: “Pinguino e pigna” di Yoon Salina

– Trasloco e cambio casa: “La casa più grande del mondo” di Leo Lionni, più che altro per affrontare il tema del separarsi da molte delle sue cose ( foto tratta dal sito)

 

Avete altri titoli da consigliarmi?

Annunci

2 thoughts on “ABC del Container

  1. Io avevo trovato un libro molto carino: ” il mio vicino è un cane” ne ho parlato tempo fa sul mio blog (http://australianostra.blogspot.com.au/2014/05/arricchiamoci-delle-nostre-reciproche.html?m=1).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...