parliamodiaustralia

L'avventura di una famiglia expat in Australia (forse)

Guida semiseria per il Visto 189 – parte 1

36 commenti

Ecco la mia piccola guida, in base alla nostra esperienza pratica, per districarsi nel panorama dei visti per lavorare in Australia

Condizione fondamentale: Moooolta pazienza 😉

NB: in questo post non parlo del Working Holiday Visa ma del visto di lavoro permanente, che poi in realtà permanente non lo è perché dura 5 anni ed è rinnovabili di altri 5 a certe condizioni, a meno che tu non voglia mai uscire e rientrare in Australia. Diciamo che la soluzione migliore è vivere in Australia per 4 anni di seguito, chiedere la cittadinanza e liberarsi dal problema visto per sempre 😉

Facciamo comunque un passo alla volta:

1– capire il visto che fa per voi. Lo si può facilmente scoprire a questo link indicando come Purpose: Work.

La differenza maggiore sta nell’avere o meno uno sponsor. Anche con lo sponsor vanno comunque fatte alcune carte che spiego ai prossimi punti.

Dopo la prima compilazione del form online, il sito chiede altri dettagli, ma in fondo alla pagina si ha già un’anteprima dei vari visti possibili.

Il “nostro” visto è il 189, cosiddetto Skilled Independent Visa.

2– Skilled Occupation List (SOL): è la lista del governo in cui sono indicate le professioni utili per l’Australia. Sia che si abbia uno sponsor o meno, si deve rientrare in quella lista per poter chiedere il visto.

Se anche il partner è sulla lista, può contribuire al punteggio finale. Se non lo è, non contribuisce ma può lo stesso avere il visto come partner. Se sa l’inglese è meglio 😉

Questo il link alla lista

3– se soddisfi I punti 1 e 2 (vuoi uno Skilled Visa e sei sulla SOL) devi capire quanti punti puoi raggiungere in base alle regole dello Skill Select. Il minimo è 60: noi ci siamo arrivati proprio per un pelo! Ci sono comunque dei modi per poter elevare il proprio punteggio, per esempio ottenendo ottimi risultati in inglese, per cui se siete a 50/55 non disperate. Si possono anche richiedere dei vistI particolari che ti danno un bonus di 5/10 punti, ma da quello che ho capito anche leggendo I consigli sui forum, la cosa migliore è  arrivare 60 ed ottenere il visto 189 che ti permette di lavorare ovunque in Australia.

I criteri di attribuzione dei punteggi si trovano sul Booklet del visto 189. A metà c’è un’utile scheda di autovalutazione (part 3 – Self Assessment Form)

4– se arrivi ad un punteggio vicino a 60 puoi iniziare a studiare e a recuperare tutte le carte richieste per fare la Expression of Interest (EOI), cioè esprimere su un portale web il tuo interesse per il visto. Noi siamo riusciti ad avere tutte le carte per fare l’EOI dopo 10 mesi!!! È lunga, più che altro la parte dell’assessment, ma l’ordine degli architetti e degli ingegneri sono stati molto efficienti.

I costi:

Il visto 189 è molto costoso, tra I preparativi, gli esamI ed il visto in sé, ahime.

Per preparare tutta la documentazione per presentare l’EOI abbiamo speso circa 1850 euro di cui:

– 800 euro di lezioni di inglese

– 400 euro per l’esame IELTS ( nel 2014 costava 200 euro a testa)

– 250 euro di traduzioni

– il resto tra bolli e dhl.

Ci si può anche fare aiutare da un migration agent. A noi aveva chiesto 5000 australian dollars (circa 3500 euro) per darci supporto a fare tutte le pratiche….alla fine abbiamo deciso di far da soli! Il sito è molto ben fatto, le informazioni sono chiare, è necessario però conoscere bene l’inglese altrimenti si fa fatica ad interpretare chiaramente le richieste ed in questo sono ferrei: è così e basta e non te lo spiegano in altre parole se non hai capito 😦

Devo dire che il migration agent con cui noi avevamo parlato non conosceva l’italiano…chissà che non intraprenda io questa carriera dando supporto agli italiani 😉

La pazienza e l’agitazione invece sono soggettive e nel nostro caso inquantificabili!!! 😉

Le tempistiche:

I tempi sono molto lunghi e mi sembra davvero di essere in un videogame, dove superato il mostro finale dI uno schermo, ne arriva subito un’altro ancora più cattivo.

Schermo 1: prepari tutte le carte necessarie per presentare l’EOI

Mostri dello schermo 1:

– burocrazie, ritardi delle poste e incomprensioni

– assessment

– esame di inglese IELTS

– contrattempi vari

Tempo stimato: 10/12 mesi

Schermo 2: EOI ovvero carichi tutte le informazioni online e aspetti la “chiamata”

Mostri dello schermo 2:

– il timore di aver sbagliato qualcosa nell’inserire I dati….e riparti da capo

– il non poter immaginare quando verrai convocato perché dipende da vari fattori, principalmente dal tuo punteggio

Tempo stimato: va assolutamente a fortuna. Noi con 60 punti (il minimo), siamo stati chiamati dopo 2 round cioè dopo solo 1 mese! Evidentemente non c’erano molti Mechanical Engineers in lizza

Schermo 3: ImmiAccount ovvero PAGHI un bel po’ di soldi, carichi tutte le carte online ed aspetti il grant del visto

Mostri dello schermo 3:

– timore di aver fatto un errore nel compilare e preparare I file, errore che magari deriva ancora dallo schermo 2. Se hai sbagliato perdi I soldi e ripartI dallo schermo 1, se hai ancora le forze.

– timore di aver fatto una caxxata in assoluto per aver speso così tanti soldi, perché se poi non trovi lavoro ce l’hai in un piede. Ma senza un visto il tuo cv non viene preso in considerazione!

– il Mostro Finale, il Case Officer cioè il funzionario che ti controlla la pratica e potrebbe volere dei chiarimenti o altri documenti

Tempo stimato: 3 mesi…che ci stanno sembrando 3 anni!

Nella parte 2 della guida entrerò più nel dettaglio dell’EOI e dell’ImmiAccount, I miei “passatempi” quotidianIdi quest’ultimo anno!

Annunci

36 thoughts on “Guida semiseria per il Visto 189 – parte 1

  1. Ciao, mi chiamo Sara, ho 31 anni, e il 15 gennaio partirò per sydney con whv – che naturalmente ho richiesto e ottenuto prima di compiere i maledetti 31, cioè ad agosto – Andrò in famiglia alla pari, con l’obiettivo di imparare bene l’inglese.
    Sto da poco raccogliendo informazioni in merito al visto 189. Sono infatti avvocato, e tale professione rientra, per ora, nella skilled occupation list: ‘solicitor’. So benissimo che in australia non potrei fare l’avvocato con il mio titolo italiano…sto pensando di utilizzarlo semplicemente per ottenere il visto, dato che, se non ho capito male, non sarei poi costretta a svolgere il lavoro grazie al quale ho ottenuto questo visto.
    Ora non potrei di certo fare l’EOI, dato che il mio livello di inglese non è sufficiente per sostenere l’IELTS, figuriamoci per superarlo con un buon punteggio. Potrei forse tentare l’IELTS tra 6 mesi, dopo luglio, così vedo anche se hanno modificato la lista SOL.
    La cosa a cui mi sembra – correggimi se sbaglio – si debba fare più attenzione è la lista dei documenti da presentare con l’EOI, che poi sono anche gli stessi da presentare con la domanda vera e propria una volta ricevuta la chiamata.
    So infatti che si devono dare le prove della propria professionalità … e qui vado in crisi. Io infatti ho iniziato la pratica nel 2008 e nell’ottobre 2011 ho acquisito il titolo di avvocato. Tale professione però è per legge incompatibile con un’assunzione – a tempo determinato o indeterminato – devi perciò esercitare tramite partita iva. Non avendo mai avuto contratti, come faccio io a dimostrare l’esperienza lavorativa? Ho chiesto agli uffici della corte d’appello di Milano – dove ho sostenuto gli esami – di rilasciarmi un certificato di superamento esami; ma non credo basterà. Come nemmeno credo potrebbero bastare delle lettere di testimonianza di colleghi. Prima di partire farò anche il certificato penale e quello di nascita. Non so se fare anche quello di laurea, dato il certificato di superamento dell’esame da avvocato lo presuppone. Se hai consigli in merito alle carte sono ben accetti…
    Mi diresti gentilmente quali documenti hai preparato per l’EOI e come mai ci è voluto così tanto tempo? So che vanno tradotti in inglese, ma questo non potrei farlo fare in australia?
    Non ho capito se il Case Officer ti ha già controllato la pratica e come sta andando…
    Quanto ci vuole in media dalla chiamta, e quindi dal caricamento delle carte online, al rilascio del visto?
    immagino che se faccio domanda a luglio/agosto 2015, per gennaio 2016 – quando cioà scadrà whv – non avrò mai il mio visto 189…
    Ti ringrazio in anticipo ……..
    e in bocca al lupo
    Sara

    Mi piace

    • Ciao Sara e benvenuta sul blog!
      Innanzitutto congratulazioni per la partenza imminente, praticamente
      il nostro stesso giorno 😉

      Ti rispondo come meglio posso ai tuoi quesiti:
      1) Ti confermo che con il visto 189 non sei costretta a svolgere il lavoro grazie al quale hai ottenuto il visto.
      2) Il “primary applicant” deve dare prova della sua esperienza professionale. Le modalità variano a seconda della professione e devi fare riferimento all’ente indicato sulla SOL. Mio marito per esempio ha mandato tutte le carte all’ordine degli ingegneri, io a quello degli architetti. Anche io sono libera professionista e mi trovavo nella tua stessa situazione,  motivo per cui abbiamo deciso che mio marito sarebbe stato il titolare del visto ed io la sua partner. Comunque non disperare, informati bene con l’ente che deve certificare la tua esperienza professionale e non mollare,  perché un modo si trova sempre!

      Hai già verificato quanti punti puoi raggiungere in base ai tuoi studi, alla tua esperienza lavorativa ed al livello di IELTS che credi di poter raggiungere?
      Il test IELTS è molto insidioso, perché il voto finale è dato dal voto più basso tra le 4 prove. Puoi prendere quindi tutti 8 ed un solo stronzissimo 6,5 (come è successo a noi!) ed il risultato finale è 6! Il mio consiglio è quindi di non basare tutto sul voto IELTS per raggiungere i 60 punti perché può essere molto stressante.
      Dato che vai in Australia, prova ad informarti sui corsi di specializzazione come avvocato che puoi fare in loco, perché aiutano molto nell’ottenere i punti. Leggiti bene il booklet per il visto 189 ed una volta a Sydney ti consiglio di parlare con un Migration Agent per avere una panoramica su tutte le opzioni. Poi puoi decidere di fare le pratiche da sola ma un consiglio iniziale è molto utile.

      3) Il certificato di laurea è fondamentale,  così come quasi sicuramente l’elenco di tutti gli esami sostenuti con il voto. Serve poi la copia certificata e la traduzione. Io ti consiglio di reperire prima di partire tutti i documenti,  incluso il certificato di nascita, e di fare la copia certificata e la traduzione una volta in Australia perché è più semplice che in Italia.
      4) Fedina penale: aspetta a richiederla perché vale solo 12 mesi
      5) Tempistiche: trovi un riassunto in questo mio post : https://parliamodiaustralia.wordpress.com/2014/09/14/australia-un-anno-dopo-ma-stando-sempre-in-italia/ Noi stati chiamati dopo 30 gg dall’EOI ed abbiamo ottenuto il visto dopo circa 2 mesi e mezzo.
      6) Se applichi per il 189 (ovvero ricevi la chiamata sulla base della tua EOI e carichi tutto si ImmiAccount e paghi)  mentre sei in Australia, puoi fare richiesta per il Bridging Visa,  un visto che ti permette di rimanere downunder in attesa che il Case Officer dia il suo responso. Inoltre se applichi onshore la tua pratica ha la precedenza su quelle offshore come era la nostra.

      Spero di aver risposto a tutti i tuoi quesiti, se hai bisogno chiedimi pure altri chiarimenti. Vedrai che da “giù” sarà tutto più facile.
      Se vuoi posso metterti in contatto con una mia amica che è andata a Sydney un anno e mezzo fa col WHV e poi è riuscita a trovare lo sponsor, una grande!

      Ti chiedo io un consiglio: come hai fatto a trovare una famiglia ospitante? Credo che anche io avrò bisogno di una ragazza alla pari per le mie figlie e se fosse italiana sarebbe perfetto.

      Buon lavoro ed in bocca al lupo!

      Mi piace

    • Ciao Sara, ti scrivo perchè mi trovo nella tua stessa situazione. A vedere la data del tuo post mi auguro che nel frattempo tu sia riuscita ad avere il visto 189 e magari riuscirmi a dare qualche consiglio.
      Grazie!
      Anto

      Mi piace

  2. Grazie davvero per la veloce ed esaustiva risposta! 😉
    peccato davvero che andiamo in cittá diverse…. (ho iniziato a leggere il tuo blog, in questi giorni me lo studio bene 😁)

    @ che magnifica notizia mi dai!…grazie a dio se ottengo il visto poi non devo fare l’avvocato…é anche da questo lavoro che sto scappando…preferisco fare la commessa a sydney che l’avvocato a milano!

    @ per quanto riguarda i DOCUMENTI, come dicevi tu prima di partire farò preparare: il certificato di laurea con l’elenco degli esami sostenuti + i voti; certificato di nascita; certificato di superamento esame da avvocato; certificato penale. Quest’ultimo purtroppo vale solo 6mesi, non 12. In Italia credo (non faccio diritto penale) sia possibile poi fare un’autodichiarazione in cui affermi che il contenuto del certificato non é cambiato. Non so in Australia… Lo farò comunque appena prima la data della partenza (della serie non ho avuto il tempo di commettere reati…), e speriamo bene. Al limite lo faccio rifare e me lo faró spedire.
    Poi farò tradurre il tutto in Australia.
    Come ti dicevo non ho contratti da presentare come prova. Purtroppo nemmeno fatture…ho lavorato poco e in nero 😔 Non avendo raggiunto una determinata soglia di reddito non avevo nemmeno l’obbligo di iscrivermi alla Cassa di previdenza avvocati. In merito chiedrò consiglio a un consulente come mi hai suggerito; magari dopo poco il mio arrivo in australia, cosí ho il tempo per fare dei corsi (speriamo non costino un’eresia! Devo fare anche quello di inglese) per accumulare punti.
    Mi sono anche da poco cancellata dall’ordine degli avvocati di milano…stando via un anno non potrei fare i corsi di aggiornamento obbligatori; essendomi cancellata non devo farli, tanto poi posso reiscrivermi senza problemi. Speriamo non mi facciano problemi per questo.
    Stavo anche pensando che nel caso in cui volessero delle referenze potrei farmele mandare via pec (obbligatoria per i professionisti), vale come r/r. Vedremo….
    Piú di cosí per ora non posso fare.

    @ PUNTI che potrei raggiungere…. domanda da 1.000.000 di dollari (australiani).
    ETá: 30punti (ad agosto 2015 ne faccio 32…dovrei farcela prima dei 33 quando scendi a 25punti 😓).
    LAUREA: 15punti
    IELTS: bòooooooooooo. Giuro che studieró dal primo giorno del mio arrivo!!!
    ESPERIENZA: con almeno 3 anni hai 5punti, con 5anni hai 10punti. Io sono avvocato dall’ottobre 2011 (a ottobre 2015 sono 4anni), e sono praticante dal novembre 2008 ( a ottobre 2015 sono 7 anni). Non credo però tengano buoni gli anni della pratica, e ho anche letto che non contano nemmeno i primi due anni di lavoro…
    Altri problemi di cui parlare con il consulente….

    @ Cavoli che TEMPISTICA fantastica! Di fatto ci hanno messo in tutto tre mesi e mezzo a rilasciravi il visto 😳
    A che punto dell’iter è inserita la visita medica?
    Tra l’altro avete pagato il visto dopo la chiamata… ma c’è comunque il rischio di perderci i soldi o se ti negano il visto poi ti rimborsano? Perchè quando ho fatto il whv ho dovuto pagare i 420 dollari prima dell’invio della domanda….e se me l’avessero rimbalzata si sarebbero comunque tenuti i soldi.
    Altra domanda da 1.000.000 di dollari: secondo te, una chiamata positiva a seguito della EOI, é “presagio” positivo sull’esito della procedura o chi poi controlla la domanda su ImmiAccount fa tutti i controlli che ritiene piú opportuni fregandosi della chiamata positiva.
    Sarebbe interessante conoscere le statistiche sull’accoglimento/rigetto delle domande.

    @ Altra notizia fantastica, grazie!…faró domanda mentre sono ancora in Oz, cosí da avere la precedenza 😄
    E verso la fine della whv…cosí ho piú tempo per studiare inglese e fare i corsi. Tanto poi chiedo la Bridging visa….Non sapevo della sua esistenza, grazie mille!!!!!

    @ RAGAZZA alla PARI:
    Allora io ho trovato la famiglia che mi ospita sul sito aupair-world.it.
    É fatto molto bene, e non chiedono soldi.
    Tu crei il tuo profilo, indichi le tue esigenze, le tue richieste (magari leggiti i profili delle altre famiglie…cosí ti fai un’idea delle questioni che é il caso di chiarire con la tua aupair) e vedrai che ti risponderanno in tante! e da tutto il mondo… Fai la tua selezione, e poi le senti su skype. La scelta va un po’ a pelle…
    Ecco l’unico consiglio che mi permetto di darti è di verificare per quale motivo vogliono fare la ragazza alla pari in Autralia. La maggioranza infatti vuole girare il paese, e non stare tanto nello stesso posto. Però magari a te, giustamente, scoccia cambiare ogni due mesi la tata. Io devo imparare bene l’inglese, ho 30anni suonati, e pertanto non mi posso permettere di fare un anno di vacanza…avessi 20anni lo farei…! ora ho altre priorità. Certo già che ho questa opportunità vorrei approfittarne anche per fare dei bei giri. Però magari nelle settimane di chiusura delle scuole (due ad aprile, a luglio e a ottobre….sempre che non trovi un lavoretto per i weekend e scuole d’inglese permettendo…).
    Per questi motivi mi hanno chiesto di impegnarmi a rimanere con loro almeno sei mesi…evidentemente la ragazza che c’era prima se ne è andata troppo presto. Non c’è un contratto, si fidano della mia parola…che cariniiiiii; non li deluderò!
    Quanti anni hanno le tue figlie? Affiancare loro una ragazza madrelingua inglese?
    Tra l’altro il padre dei bambini di cui mi occuperò (un maschio di 8anni e una bimba di 3anni) parla italiano perché é nato a bologna, ma con accento inglese, perché è cresciuto a Londra. Moglie e figli invece parlano solo inglese 😰…il mio inglese é poco piú che scolastico…è quello che mi ci vuole! Già so che lui all’inizio sarà la mia ancora di salvataggio…
    Spero che anche loro possano aiutarmi con la questione visti. Sembrano molto disponibili…
    Io la mia famiglia l’ho trovata in poco tempo. Dopo circa due settimane a guardare tutti i giorni gli annunci sul sito ho trovato il loro e quello di altre 4 o 5 famiglie che mi “piacevano”. Mi ha risposto il papà (credo avesse voglia di rispolverare il suo italiano…) dopo due giorni, e dopo altri due ci siamo sentiti su skype. Nelle due settimane successive ci siamo risentiti altre tre o quattro volte. E poi ho prenotato il biglietto.
    Dovrò portare i bimbi a scuola (mi danno una macchina. infatti ho fatto la patente internazionale), andare a prenderli e preparare loro (solo ai bimbi) la cena. cenano molto presto: 18.30. Un giorno alla settimana lo devo passare interamente con la bimba piccola perchè va all’asilo fino alle ore 18 ma 4 giorni su 5. Mattina fino alle 15 (uscita di scuola del grande) e Weekend liberi. In cambio mi danno Vitto, alloggio, auto e 150dollari a settimana.

    Ti ringrazio tantissimo per le info che mi hai dato, davvero! E se hai domande o curiositá sulla questione aupair non esitare a chiedere!

    Sara

    PS: avere il contatto della tua amica sarebbe sicuramente un prezioso aiuto in piú, GRAZIE di cuore! 😘

    PS bis: scusa la lunghezza del post ma sono in una sorta di trans da visto 😉

    Mi piace

    • Tranquilla, mi fa piacere aiutare i sognatori come noi!!! Domani rispondo alle altre tue domande. Grazie per info au pair. Notte

      Mi piace

    • Ciao, mi fa piacere che ti stia piacendo il blog.
      Eccomi con le nuove risposte alle tue domande:

      – Bridging Visa: io sono convinta che si  possa fare, però mi raccomando verifica sempre di persona tutte le info 😉
      Inoltre a me è piaciuto molto fare il lavoro del migration agent per la mia famiglia. Potresti prenderlo in considerazione come tua futura professione visto che sei del ramo!

      – Visita medica: va fatta alla fine, dopo che hai ricevuto la chiamata e dopo aver pagato e caricato tutte le carte sull’ImmiAccount. Ti si attiverà un link dove scaricare una lettera con l’elenco degli esami da fare ed un codice personale con cui prenotare la visita

      – Pagamenti: so che è un po’ scioccante, ma prima si paga e solo dopo puoi iniziare a caricare i documenti sull’ImmiAccount ed il risultato non è garantito. Sta a te dichiarare il vero nell’EOI ed essere ben certa che tutti i documenti siano corretti. Se il visto è rifiutato perdi i soldi, ma per fortuna il Case Officer prima di decretare che non sei idoneo ti chiede integrazioni e  chiarimenti. Noi eravamo abbastanza tranquilli perché l’ordine degli ingegneri è stato molto preciso e demanding prima di accreditare gli anni di esperienza di mio marito. La chiave sta davvero nell’organo di riferimento. Anche il forum Expat Forum nella categoria Australia è molto utile per avere dritte da “colleghi” in cerca di visto per downunder. Attenta però sempre ai “farabutti” anche sul web: l’Australia sta diventando un businness in tutto il mondo, ci sono falsi migration agent, siti web falsi e così via.

      – EOI: sul sito di Skill Select puoi avere la panoramica dei posti disponibili per il 189 e del numero di persone chiamate della tua categoria. Se riesco faccio un bel post su tutte queste info utili

      – Amica di Sydney: le ho chiesto se ha piacere se vi metto in contatto. Appena mi risponde ti dico e le chiedo anche il nominativo del suo migration agent di Sydney. Inoltre se non erro esiste anche un modo per poter lavorare più di 6 mesi per lo stesso datore di lavore con il WHV. Non so se il datore si debba impegnare per uno sponsorship, ma puoi indagare 😉

      Forza e coraggio che si può fare. Se hai bisogno scrivimi di nuovo 😉

      Mi piace

  3. – Guarda se c’è una persona diffidente quella sono io … sarà deformazione professionale. I farabutti cerco sempre di “annusarli” per tempo 😉
    Sul sito portaleaustralia ho trovato l’intervista ad un migration agent (tra l’altro è un collega avvocato) che fa gratuitamente e online un assessment sulla tua situazione specifica, per capire se e quali opzioni hai per emigrare. Non credo di poter per ora fare altro rispetto ai documenti che sto già preparando, ma magari riesce a dirmi quante possibilità ho visto il mio problema con le fatture, come posso muovermi nel prossimo anno di whv, e consigliarmi qualche dritta con la Assessing Authority, la mia è la SLAA (oddio, sembra una brutta malattia…). Ti farò sapere se mi risponde…
    Guarderò anche il sito che mi hai consigliat, grazie!

    – Ho guardato sul sito di Skill Select: Occupations ceilings for the 2014-15 programme year:
    per la mia categoria, Solicitor: ceiling value: 3426
    results to date: 93

    – Ultime due domande poi ti lascio in pace 😉
    @ Ho letto che “From 1 July 2014, if a skills assessment is mandatory as part of a visa application, that assessment will only be valid for a period of three years from the date of issue, unless a shorter validity period is specified on the assessment”…
    Quindi prima di procedere cn l’EOI devo farmi “valutare” dalla mia utorità di riferimento, la SLAA?
    @ E se non ho capito male, se raggiungi i 60punti e hai i documenti che provano la tua esperienza (chiederò al migration agent se il certificato di superamento esami basta)…non dovrebbero negarti il visto… Cosa può andare storto? Che c’è un sacco di gente della tua stessa professione che ha fatto richiesta e siccome i posti sono limitati concedono il visto a chi ha più esperienza (e quindi punti) di te?

    – sui 6mesi presso lo stesso datore di lavoro mi informerò. vorrei comunque dedicare buona parte del tempo, almeno i primi sei mesi, allo studio, al limite il sabato faccio la babysitter… Per i secondi 6mesi…chi vivrà vedrà. Non so nemmenoo se rimarrò in famiglia o se troverò lavoro e casa per conto mio. é impossibile pianificare ora tutto nel dettaglio.

    GRAZIE ancora!!!

    PS: sono entrata anch’io nella fase ‘panico da bagaglio’!!! Ho 30kg come limite 😦 non ce la faròò mai!!!

    Mi piace

    • Rieccomi:

      – Risultati Skill Select / Invitation Round: come solicitor direi che hai molte chance. Considera che mio marito è stato chiamato solo dopo un mese e la sua è una professione abbastanza diffusa tra gli expat (mechanical engineer). Se guardi il valore attuale dei mechanical engineers ne hanno chiamati 560 su 1680 mentre di solicitor solo 93 su 3426.

      – Assessment: la valutazione della tua professionalità è alla base del visto 189. Quindi assolutamente devi scoprire le carte che ti richiede quello che io chiamo il tuo ordine/ente di riferimento ovvero per te SLAA. Più è completo il tuo Assessment, più il Case Officer sarà meno rompino nel darti il visto 😉

      – chance per il visto: se hai tutte le carte in regola e raggiungi i 60 punti puoi fare l’EOI che non costa nulla. Poi devi aspettare la convocazione e lì dipende dal numero totale di visti a disposizione e da quanti solicitors hanno più punti di te od hanno fatto EOI prima di te, ma visti i bassi numeri per la tua professione non dovresti avere problemi a venire convocata rapidamente. Dopo la convocazione paghi, carichi le tue carte online e preghi!!! In realtà nulla dovrebbe andare storto, motivo per cui noi eravamo abbastanza tranquilli e non abbiamo usato nemmeno un migration agent di supporto, ma finché non hai il visto in mano il dubbio rimane. La difficoltà maggiore sta nel preparare bene le carte e quindi principalmente fare l’assessment in modo da ottenere riconoscimento di laurea e di esperienza lavorativa, passare l’esame di inglese e presentare tutti gli altri documenti come da loro richiesto. Bisogna attenersi alle loro regole e non ci sono deroghe!

      Per il bagaglio temo sia meglio rimanere nei kg: noi voliamo Emirates ed ogni extra kg sono 65 euro… Aaaahhhh!!!

      Dai tienimi aggiornata sulle news del migration agent ed inizia a studiare a memoria i requisiti del SLAA 😉

      In bocca al lupo e buon anno!

      Mi piace

  4. aaaaahhhhhh….anche con Singapore Airlines ogni kg in più è una legnata sui denti! Però ora voglio almeno capire se posso portare due bagagli da 15kg each…sai che roba sollevare 30kg!!??!!

    Guarda sto approfondento il discorso sullo skill assessment, perchè non lo avevo ben chiaro quando ho scritto l’ultimo post.
    In soldoni la SLAA deve riconoscere i miei titoli, la laurea e il titolo da avvocato.
    Ho sempre saputo che con il mio titolo italiano non posso poi esercitare in Australia (il che mi va anche bene). Servono altri studi. E infatti ho letto delle discussioni su un forum in cui ci si chiedeva che senso avesse inserire nella SOL una professione, come quella appunto da avvocato, che ti permette di ottenere il visto ma non poi di lavorare. Forse…mi sono detta io… fanno una selezione in base alla nazionalità di provenienza; cioè la lista SOL è una sola, ma poi accettano il solicitor inglese ma non quello italiano.
    Devo approfondire …. !!!!

    Ti ringrazio ancora tanto tanto tanto! mi hai dato delle dritte preziose…ora so meglio come muovermi!

    In bocca al lupo anche a te!!!….sarà un 2015 emozionante, lo sento! 😉 😉 😉

    Mi piace

  5. Che fortunaaaaaaaa!
    Sul sito della Singapore Airlines non lo specificano, uffa!
    Buon impacchettamento 😉

    Mi piace

    • Mi sono iscritta sul sito aupairworld. Mi farebbe piacere se condividessi sul mio blog la tua avventura di ragazza alla pari. Magari potresti scrivere un primo articolo su come hai trovato il lavoro e quali documenti hai dovuto preparare e poi qualche aggiornamento sulla tua esperienza. Se hai voglia scrivimi a parliamodiaustralia@gmail.com grazie e buon viaggio

      Mi piace

  6. Ciao,

    complimenti per la descrizione del processo!
    Io sto aspettando l’esito dell’assessment da parte di Engineers Australia, con la speranza di fare la EOI appena possibile.

    Sapreste indicarmi come avete fatto a farvi certificare i documenti in Italia? E magari anche quali documenti avete fatto certificare oltre a passaporto e certificato di nascita?

    Grazie

    Mi piace

    • Ciao, grazie per il complimento, è stato il mio pane quotidiano per più di un anno ;).
      Per certificare i documenti intendi la Certified Copy? Ma non l’hai già fatto per i documenti dell’assessment?
      Come altri documenti serve di sicuro il certificato di matrimonio se è il tuo caso, esonero del militare e fedina penale. Per gli altri devo controllare, ma trovi l’elenco completo sul booklet del visto 189.

      Mi piace

      • Grazie per la risposta!! Non ho dovuto farlo per Engineers Australia, perchè loro richiedono solo copie scannerizzate, penso sia una regola recente, che trovi qui: http://www.engineersaustralia.org.au/about-us/migration-skills-assessment

        Devo quindi prepararle per l’applicazione.
        Il mio agente dice che dovrei fare copia certificata anche delle empolyer letters, voi lo avete fatto?
        Ma soprattutto, dove bisogna andare a farsi fare queste copie certificate?

        Grazie ancora e ciao

        Mi piace

      • Fortunello, noi abbiamo dovuto fare copia certificata di tutto per gli Assessment!!! Bene, era ora che si adeguassero
        !
        La copia certificata serve se il documento va spedito e tu vuoi tenere l’originale. Noi abbiamo fatto fare più copie firmate in originale delle employer letters e fatto fare la copia certificata solo dello stretto necessario. Puoi fare la copia in Comune, unico neo è che il governo italiano ti fa pagare il bollo anche se il documento serve per l’estero. Io sono riuscita a fare alcune copie esenti da bollo “ad uso concorso pubblico”, perché altrimenti è un salasso 😉

        Ora che ci penso bene, per l’EOI non devi caricare alcun documento e poi per l’application basta scannerizzare gli originali e caricarli sul sito dell’ImmiAccount, quindi non vedo perché tu debba fare un delle copie certificate. Unico caso in cui vogliono le copie certificate è se hanno dei dubbi sulla veridicità del documento scannerizzato, ma è un evento assai raro. Prova però a verificare che tutto questo sia ancora vero con il tuo Migration Agent 😉

        Ps: ImmiAccount è sovracaricato e nel nostro caso ci ha messo più di un mese a trasmettere le fedine penali, facendo ritardare l’arrivo del visto, tanto che ci avevano scritto dal governo australiano dicendo che mancavano le fedine penali. Se c’è ancora questo problema, lascia gli esami medici per ultimi ma non aspettare proprio all’ultimo per la fedina. Tienilo a mente e poi magari in futuro ne riparliamo!

        Dove sei diretto? In bocca al lupo

        Mi piace

      • Grazie, preziosissime informazioni!!!

        per ora da nessuna parte, però mio fratello vive a Sydney da qualche anno..

        Comunque finchè non vedo l’assessment letter con 8 anni di esperienza non canto vittoria..

        A proposito, con voi Engineers Australia o il dipartimento immigrazione sono stati fiscali nel verificare gli anni di lavoro qualificato? Vi hanno chiesto di verificare redditi o cose simili?

        Mi piace

      • Fai bene, procedi un passo alla volta fino al mostro finale!!!

        Engineers Australia sono stati molto precisi. Noi abbiamo presentato tutto esattamente come richiesto sul loro booklet con la busta paga dell’ultimo mese. Mancava solo un documento e ce lo hanno comunicato (via posta, al primo giro la lettera si è persa…insomma w il loro nuovo portale online)

        Dato che l’Assessment con gli Engineers Australia è molto serio, una volta passato quello il dipartimento dell’immigrazione non ci ha fatto altre domande. So invece di altri professionisti che hanno dovuto presentare altre carte.

        In bocca al lupo, noi dopo 5 mesi siamo entusiasti 😉

        Mi piace

      • Ci credo! Io purtroppo emetto fatture, quindi ho presentato un elenco di tutte le fatture emesse dal 2007, oltre a lettere e tutto il resto che è specificato nel booklet. Speriamo bene..

        Crepi, grazie ancora!

        Mi piace

      • Capisco il tuo timore. Come architetto libero professionista avevo lo stesso problema, motivo per cui alla fine mio marito G. ha fatto application come capo famiglia. Purtroppo non avevo trovato grandi spiegazioni in merito, magari nel frattempo chiedi ai tuoi principali clienti una lettera con la descrizione del tuo lavoro, duties etc tipo Employer Letters, così se EA ti chiedono chiarimenti hai già qualche docs in più.
        Ti consiglio anche ti registrarti su expat forum: ci sono moltissimi professionisti in ballo con il visto e puoi chiedere supporto in base alle loro esperienze.

        Tienimi aggiornata 😉

        Mi piace

      • Si hai ragione, per questo motivo ho già incluso nell’applicazione lettere e payroll summaries su carta intestata della società, cercando di spiegare in modo più dettagliato possibile il tipo di attività..

        Certo, ti aggiorno!

        A presto

        Mi piace

  7. Ciao! Bel blog e molto interessanti gli argomenti che tratti!! Soprattutto per me ed il mio fidanzato che in questo momento siamo in Australia e stiamo applicando per lo Skilled visa 457. In realtà è la sua ditta che ha fatto richiesta per entrambi, ma stiamo riscontrando una miriade di problemi, tra richiesta di prove tangibili della nostra relazione, che non sembrano mai abbastanza, tra la richiesta di un esame IELTS con un preavviso di 15 e soprattutto… non vogliono riconoscere il diploma accademico del mio fidanzato, conseguito allo IED! E assurdo che alla sua ditta stia bene, ma non all’immigrazione! Lo hanno inserito come responsabile di un progetto che dura più di un anno e adesso non sappiamo neanche se possiamo restare qui! Voi avete un’idea su come ovviare al problema?

    Mi piace

    • Ciao e benvenuta sul blog. Lo so è dura, perché se rientri nei loro schemi tutto fila liscio, ma se solo una virgola non va bene è un macello. Forse la cosa migliore è farvi aiutare da un migration agent, in gamba però, perché se ne sentono di ogni. Voi dove siete?

      Liked by 1 persona

  8. Noi siamo a Brisbane! Stavamo pensando ad una cosa del genere, ma tutto l’ufficio dove lavora il mio ragazzo si è movimentato per questa storia… coinvolgendo addirittura le risorse umane dell’area pacifica (essendo una multinazionale). Se un’azienda manifesta tanto interesse nel tenerti, prendendosi la responsabilità di sponsorizzarti e fare salti mortali per far sì che tu rimanga, lo vedo davvero un movimento di ostruzionismo quello che fa l’Immigrazione. Insomma, in questo modo sembra un Paese che accetta tutti solo sulla carta!!

    Mi piace

  9. Ciao Mammarch,

    solo per aggiornarti, visto 189 granted!

    Mi piace

  10. Buongiorno! Complimenti per il Blog davvero molto interessante e ben costruito! Mi presento Sono michela e sono laureata un infermieristica e tra poco inizierò il master di specializzazione. Il mio sogno però è quello di vivere e lavorare in Australia, se fosse possibile come infermiera ed è per questo che vorrei chiedere lo skilled visa. Ti pongo al riguardo alcune domande:
    1 la tempistica: vorrei partire a fine febbraio 2017 credi che riesca ad ottenere il visto per allora?
    2 io non ho esperienza lavorativa ma ho fatto tre anni di assiduo tirocinio, 3000 ore per i tre anni di corso universitario e 150 per questo anno di master, ovviamente Non retribuito vale come lavoro?
    3 in che momento della pratica devo sostenere l’IELT test?
    4 non ho capito molto bene come presentare la mia richiesta di interesse. Scusami me lo potresti rispiegare?
    Ti ringrazio di vero cuore

    Mi piace

    • Ciao e benvenuta sul blog!
      Ammetto che data la mia memoria da formica non ricordo tutti i dettagli, ma nei vari post dovresti trovare tutte le informazioni.
      Provo comunque a risponderti :
      1) noi ci abbiamo messo circa un anno per avere il visto. Molto dipende da quanto tempo impieghi ad ottenere l’assessment. Il primo step che ti consiglio è di verificare a quale visto puoi puntare. Sul siti del governo c’è un questionario che ti dice a quale visto potresti aver diritto
      2) Non ricordo se il tirocinio valga come esperienza lavorativa. Ti consiglio di contattare il tuo organismo di riferimento per l’assessment. Il nome lo trovi sulla lista delle professioni
      3) IELTS test vale due anni. Io ti consiglio di iniziare a studiare e farlo subito dopo aver spedito le carte per l’assessment della tua laurea ed esperienza professionale. Sai quale voto devi ottenere? Noi per ottenere il 6 in tutte le prove abbiamo studiato per circa 3 mesi. Alla fine abbiamo preso ottimi voti in tre prove su quattro…ma purtroppo si considera il voto più basso 😦
      4) Se non è cambiato il processo (verifica sempre sul sito del governo perché tutto cambia molto velocemente), come prima cosa devi preparare tutti i documenti tradotti, superare l’IELTS, ottenere l’assessment etc etc e solo dopo puoi fare la Expression of Interest (EOI). L’unica cosa che devi aspettare a fare è l’esame medico ed il certificato penale, perché valgono solo per un anno.
      Una volta fatta la EOI, devi aspettare che ti selezionino per il visto e quello dipende dal punteggio che hai ottenuto e da quanti colleghi ci sono davanti a te!

      Studiati bene il Booklet riferito al tuo visto (lo trovi sempre online) perché il processo è articolato e bisogna essere iper precisi.

      In bocca al lupo, se hai bisogno scrivimi 😉

      Mi piace

  11. Salve complimenti per blog davvero molto interessati

    quanti anni di esperienza per ottenere i punti? Ce una soglia Minima? Grazie

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...